mercoledì 15 febbraio 2017

IL 2017 DI PORTODIMARE: TORNA LA COPPA ITALIA MINALTURA


Il Portodimare è già al lavoro per presentare le novità sportive del nuovo anno. Il consiglio direttivo del sodalizio velico padovano ha infatti lavorato intensamente negli scorsi mesi per preparare un calendario di appuntamenti di richiamo nazionale e che fosse in grado di catturare l'attenzione sia della classe minialtura sia dell'altura, in virtù degli importanti eventi che si svolgeranno nell'Alto Adriatico tra giugno e luglio.
La stagione de Il Portodimare, dopo il saluto al mare che si svolgerà domenica 19 febbraio in occasione del trofeo Roberto Ferro ed organizzato in collaborazione con lo Yacht Club Padova, entrerà nel vivo a partire dal 26 marzo, data che segnerà l'inizio della ventiquattresima edizione del Trofeo San Felice, manifestazione organizzata in collaborazione con il Club Amici della Vela e che si protrarrà fino al 30 aprile. Nel bel mezzo del Trofeo San Felice irromperanno i classici appuntamento con la Sea Endurance Adriatic l'8 ed il 9 aprile e la Chioggia-Rovigno-Chioggia dal 21 al 25 aprile.
Dal 12 al 14 maggio Il Portodimare organizzerà a Chioggia la prima edizione della Coppa Adriatico, manifestazione valida come qualificazione al campionato italiano assoluto d'Altura che si svolgerà in giugno a Monfalcone ed inserita all'interno del circuito di regate valide per assegnare il trofeo Armatore dell'anno 2017 da parte dell'UVAI.
Dal 3 al 4 giugno ritorna quindi a Chioggia per l'organizzazione de Il Portodimare la Coppa Italia Minialtura, dopo le edizioni del 2013 e del 2016 e che richiamerà l'attenzione di numerosi armatori di imbarcazioni comprese tra i 6 ed i 10 metri di lunghezza inferiori ai 2000kg di stazza.
Il 24 settembre ed il 14 ottobre, a Venezia ed in collaborazione con lo Yacht Club Venezia di Mirko Sguario, Il Portodimare organizzerà prima il Trofeo del nonno -appuntamento giunto alla sua terza edizione e che vede i nonni al centro della scena- e poi la Venice Hospitality Challenge, con 10 maxi yacht protagonisti nel bacino di San Marco.
Con l'inizio del nuovo quadriennio olimpico i soci de Il Portodimare saranno entro breve chiamati alle urne per eleggere le nuove cariche sociali.
Da segnalare infine l'elezione -avvenuta a Roma nei giorni scorsi e valida per il quadriennio 2017-2020- di Emilia Barbieri all'interno del consiglio direttivo dell'UVAI, l'associazione di classe che riunisce gli armatori di barche a chiglia impegnati nel circuito agonistico di regate a rating.

venerdì 10 febbraio 2017

UNA CARTA ETICA PER LO SPORT IN VENETO, PRESENTATA IN CONSIGLIO REGIONALE


«Quello che vogliamo proporre è un contratto tra gentiluomini, perché sport significa prima di tutto correttezza, lealtà, rispetto. Lo sport non può che essere vissuto, praticato, amato, da gentiluomini, con una cultura positiva da diffondere fin dalle giovani generazioni». Lo ha detto l’assessore veneto allo sport Cristiano Corazzari, identificando l’obiettivo centrale della Carta Etica dello Sport Veneto, sottoposta oggi al confronto con tutte le rappresentanze dello sport regionale, nel corso di un seminario tenutosi nell’aula del Consiglio regionale del Veneto. I lavori sono stati aperti dal vicepresidente del Consiglio Massimo Giorgetti e dall'assessore Corazzari, il quale ha tenuto a sottolineare che «il Veneto ha un’ottima legge specifica in materia, che stiamo attuando passo dopo passo, e della quale la Carta Etica è un elemento estremamente significativo». Lo schema di proposta della Carta Etica si compone di 13 articoli che sanciscono e promuovono quattro principi fondamentali: il rispetto dei praticanti e dei loro ritmi di sviluppo e maturazione; il rispetto degli altri, dello spirito di squadra e del rifiuto di qualsiasi forma di discriminazione nell’esercizio dell’attività; la lealtà, l’onestà, il rispetto delle regole e del giudice o arbitro; il rifiuto dell’utilizzo di mezzi illeciti o scorretti. «Una sorta di scuola di vita che si può attuare benissimo attraverso lo sport, a partire da giovani e giovanissimi –sottolinea Corazzari– che sicuramente cresceranno persone migliori se riferiranno i loro comportamenti a questi principi, sia nello sport che nella scuola, nel lavoro, nei rapporti sociali. In un mondo sempre più improntato alla negatività, proponiamo e sosterremo un veicolo di pratiche positive e pulite, perché l’etica vale in tutte le manifestazioni e azioni delle persone, non solo nello sport». La Carta Etica potrà essere sottoscritta da qualsiasi pubblica amministrazione, da società e associazioni sportive dilettantistiche, dai comitato regionali delle federazioni sportive nazionali, delle discipline sportive associate, degli enti di promozione sportiva. Nello sport veneto operano 45 federazioni sportive nazionali e 19 discipline sportive associate, 5549 società sportive (l’8,7% del dato nazionale, terzo posto in Italia), 463.724 atleti tesserati riconosciuti dal Coni (pari al 10,4% del dato nazionale, secondi in Italia), 94.392 operatori sportivi, pari al 10,4% nazionale (seconda regione italiana).

giovedì 2 febbraio 2017

ENRICO ZENNARO AFFILA LE VELE PER L’ARABIAN SAILING TOUR


Enrico Zennaro con l’Adelasia di Torres Sailing Team saranno il primo team italiano a prendere parte all’Arabian Sailing Tour, regata di 745 miglia organizzata da Oman Sail attraverso quattro paesi del Medio Oriente, e sono in partenza per Muscat, da dove prenderà il via la regata il 14 febbraio. Saranno 12 i team internazionali sulla linea di partenza e le imbarcazioni utilizzate saranno i monotipo Farr30. Il team coordinato da Renato Azara (skipper/navigazione), Caterina Nitto (project manager/drizze), e Duccio Colombi (timoniere/tattico) è stato completato per l’Arabian Sailing Tour con Enrico Zennaro timoniere/tattico, Evero Niccolini randa, Alessandro Santangelo prua, e Maurizio Loberto tailer. Enrico Zennaro, 8 titoli Mondiali, 4 Europei, 9 Italiani e innumerevoli vittorie nelle regate più prestigiose nazionali ed internazionali, non è nuovo all’esperienza sui Farr 30: «Ho bellissimi ricordi di regate con Tommaso Chieffi, quando abbiamo vinto la Primo Cup a Montecarlo, il Campionato Europeo a Venezia e il Campionato Mondiale a Porto Cervo nel 2007 contro 39 agguerriti avversari. Si trattava di regate tecniche tra le boe mentre nell’Arabian Sailing Tour si tratta principalmente di navigazioni lunghe contro equipaggi esperti e preparati. Ringrazio Duccio Colombi, l’anima del team, per aver deciso di coinvolgermi in questa interessantissima nuova avventura. Sono sicuro faremo una super esperienza e che nonostante la nostra sia la prima partecipazione daremo del filo da torcere a tutti gli altri team: nessuno escluso! Ritroverò nell’equipaggio nel ruolo di tailer l’amico Maurizio Loberto con il quale ho partecipato a parecchie regate sia con il melges 24 Little Wing che con l’Italia Yachts 998 Sugar. Sarà fondamentale anche l’apporto di Alessandro Santangelo che ha al suo attivo anche la vittoria del Campionato Italiano Farr 30 30 nel 2002, una impressionante serie di podi nelle regate internazionali più importanti e la partecipazione all’America’s Cup 2007 con + 39 Challenge». Il team oltre ad essere al lavoro da oltre due mesi per studiare le condizioni meteo marine dell’area si è allenato per sostenere tappe così lunghe, da 105 a 240 miglia, su una barca così piccola dove sarà necessario passare anche lunghe ore alle draglie per mettere la barca in condizione di navigare il più velocemente possibile e non lasciare spazio agli avversari. «Sarà un gioco molto forte di concentrazione oltre che fisico», nota il consapevole Duccio Colombi, mentre Caterina Nitto e Renato Azara hanno affrontato l’aspetto fisico con un personal trainer. «Siamo coscienti che sia indispensabile avere i muscoli e la resistenza per poter sostenere lo stress fisico per periodi prolungati e in condizioni di vento critiche: quelle che potremmo trovare molto più spesso di quanto abbiamo ipotizzato», conclude Caterina Nitto. L’Adelasia di Torres Sailing Team si scontrerà tra gli altri con Team Renaissance, alla sua settima partecipazione, l’ultima conclusa al quarto posto, Team Averla anch'esso con una lunga storia in questa regata visto che è alla sesta partecipazione, con la differenza che lo skipper Marcel Herrera, dopo un bel secondo posto, ora è a caccia del gradino più alto del podio, e Dee Caffari che, con il team femminile e la sua enorme esperienza non mollerà un metro di acqua agli avversari.

mercoledì 1 febbraio 2017

KARATE CAMPIONATO REGIONALE VENETO PIOMBINO DESE

ARTI MARZIALI A.K.A.I ITALIA DI WALTER MENEGHINI
RIPARTE DA PIOMBINO DESE IL CAMPIONATO DI KARATE 2017 GLI ATLETI D PERSONAL BEST AGKAI DI CHIOGGIA SEMPRE IN EVIDENZA
Domenica 29 Gennaio è ripartito il Campionato di Karate 2017 con la prima fase regionale presso l’accogliente palasport di Piombino Dese (PD). Da Chioggia 27 atleti seguiti dal M° Walter Meneghini hanno dato vita ad una grande giornata di sport, unitamente ad oltre 700 atleti di tutte le età provenienti dalla regione Veneto e Trentino Alto Adige magistralmente diretti dal gruppo arbitrale della Federazione Italiana Karate. Nella specialità dei kata (forme) l’associazione clodiense ha piazzato ben 4 primi posti 1 terzo e 5 quarti mentre nella specialità del Kumite (combattimento) 3 primi, 2 secondi e 5 terzi. Ottima la prestazione dei piccolissimi (7/9 anni) che alla loro prima esperienza hanno saputo ottenere la qualificazione al secondo turno piazzandosi quindi entro i primi otto in categorie che contavano anche 20/25 atleti iscritti. Nella specialità dei Kata conferma degli atleti più esperti con oro per Giada Aleandro, Ferraris Paolo, Varagnolo Matteo e Bovolenta Nicola, Bronzo per De Bei Giorgio e moltissimi piazzamenti al 4° posto fuori dal podio anche per un solo centesimo di punto. Stesso risultato nella specialità del Kumite con oro per Giada Aleandro, De Bei Giorgio e Tiozzo Leonardo, argento per Ferraris Paolo e Vianelli Gianluca, bronzo per Boscolo Manuel, Lisatti Davide, Venturini Tommaso, Bovolenta Nicola e Boscolo Enrico. Il campionato regionale che si svilupperà su tre fasi vedrà i nostri atleti impegnati il 26 febbraio ad Istrana (TV) per confermare il buon inizio d’anno.
ARTICOLO VENTURINI DANIELE

giovedì 26 gennaio 2017

GIORNATE DELLO SPORT: PROLOGO IL 1° FEBBRAIO, TRE APPUNTAMENTI A MARZO


Lo sport come cultura e crescita delle giovani generazioni è l'obiettivo della Regione Veneto. Il decreto della giunta regionale 604/2016 prevede, nel calendario scolastico, l'istituzione delle “Giornate dello sport” per il 2-3-4 marzo: l'istituto comprensivo statale Chioggia 2 provvede anticipando i tempi, con un incontro di presentazione mercoledì 1° febbraio (ore 20.45) in auditorium San Nicolò dal tema “Una scuola attenta allo sport”, condotto da Marco Lanza e con la partecipazione tra gli altri del giornalista Carlo Cruccu, del presidente del Panathlon Giorgio Perini e di esponenti dell'amministrazione comunale. Il prof. Massimo Zambonin illustra i contenuti degli appuntamenti di marzo: «Saranno conferenze con importanti atleti locali che i nostri allievi e i loro genitori avranno la possibilità di conoscere. Giovedì 2 marzo, nella palestra della scuola media Pascoli di Sottomarina, saranno protagonisti la velista olimpica Silvia Zennaro e il team di ChioggiaVela con il progetto “Special Olympics” per atleti disabili, mentre l'indomani -venerdì 3 marzo- ci si sposta alla scuola Maderna di Sant'Anna per conversare con i canoisti Vanni Bertotto e Luca Boscolo Meneguolo», il giovane gigante destinato ad una grande carriera. Per quanto riguarda la scuola materna e la primaria (elementare) -conclude Zambonin- sono previste attività collaterali di tipo ludico-ricreativo.

AL RODEO TENNIS CLUB CHIOGGIA VINCONO PENAZZATO E GIOIA

AL RODEO TORNEO DI TENNIS F.I.T DI CHIOGGIA SI IMPONGONO PENAZZATO E PADOAN GIOIA
Sabato 21 e domenica 22 Gennaio nei campi in terra rossa a Brondolo si è svolto un torneo Rodeo di 4^ Cat maschile e femminile. Ai nastri di partenza si sono presentati ben 28 giocatori che in due giorni si sono dati battaglia senza esclusione di colpi .... - Semifinali maschili : vittoria del campione di casa Donaggio Edoardo contro Mollo Enrico del Green Garden Mestre nell'altra Penazzato Alberto (TC Camponogara) su Morelli Massimiliano (TC Chioggia) - Nelle semifinali femminili sono uscite vittoriose Padoan Gioia e Boscolo Romina ,che hanno sconfitto rispettivamente Boscolo Rossella (TC Chioggia) e Donato Camilla (TC Monselice). Le finali si sono disputate nel tardo pomeriggio di domenica il comune denominatore delle due partite è stata sicuramente l'esperienza messa in campo dai due vincitori : Penazzato Alberto ha sconfitto l' idolo di casa Donaggio Edoardo al suo primo anno di U14. Invece in quella femminile si è aggiudicata la vittoria Padoan Gioia sulla compagna Boscolo Romina. Un applauso va fatto a tutti i giocatori e un grazie ai giudici arbitro Spinello Michele e Spinello Filippo.

mercoledì 25 gennaio 2017

FORZA ITALIA CHIEDE UN AIUTO AL TENNIS CLUB CHIOGGIA

FORZA ITALIA CHIEDE UN AIUTO AL TENNIS CLUB CHIOGGIA Le condizioni meteorologiche avverse di questi giorni hanno causato danni enormi alla struttura sportiva del Tennis Club Chioggia, sito in zona “casa Libera " a Sottomarina. La seconda società sportiva più longeva del nostro territorio, nata nel 1971, a causa del vento ha perso definitivamente il pallone pressostatico che copriva i campi. Forza Italia Chioggia e il suo responsabile allo sport, Venturini Daniele, vogliono porre all'attenzione della giunta comunale, e in primis all'Assessore responsabile, Marco Veronese, questa situazione. Riteniamo lo sport veicolo sociale di aggregazione giovanile, con tutti i benefici che ne comporta. Purtroppo le strutture del territorio sono obsolete e non vi sono prospettive di nuove costruzioni di impianti sportivi. Il neo presidente del Tennis Club Chioggia, Michele Spinello, amareggiato dichiara che l’attuale pallone era stato messo a spese del Club dopo che i campi erano stati dati loro in concessione. I danni avuti sono ingenti e la società al momento non è in grado di acquistarne uno nuovo dopo aver già investito la somma di 50.000 euro per la suddetta struttura. Ma il danno non è solo di natura economica. Infatti la struttura era destinata quasi esclusivamente alla scuola tennis che conta attualmente circa 70 bambini, che ora non potranno più frequentare i corsi. Si dovrà rivedere anche tutta l’attività agonistica con gli allenamenti delle squadre locali e i tornei amatoriali già programmati. Bisognerà rivedere i progetti di collaborazione che si stavano programmando con le scuole. Tutti i servizi nel periodo invernale rischiano così di essere sospesi, privando la città di un servizio che godeva di parecchie richieste da parte dei cittadini. Forza Italia e Daniele Venturini chiedono all’amministrazione di intervenire su questa vicenda per aiutarli. Chiediamo, inoltre, di accelerare con urgenza la variante sportiva già discussa e approvata in consiglio comunale sugli spazi “casa libera”al fine di poter ripristinare prima possibile i servizi che il Tennis Club Chioggia offriva ai cittadini.