lunedì 30 aprile 2012

IL TRENO DELLA CLODIENSE NON SI FERMA PIU
NONOSTANTE UN BUON TOURNOVER LA CLODIENSE SA SOLO VINCERE

Mister Vitadello è la squadra dopo la festa e lo champagne e i festeggiamenti per la promozione in serie d ha dato spazio ai giocatori meno utilizzati e provato i giovani della rosa granata,in porta a fatto esordire Ortali,in attacco ha messo Bertotto e in difesa Bergo.
Si parte al 4' con una splendida azione di Porcino che si beve in dribbling tre uomini e sfodera un gran tiro che esce di poco,all'11' il capocanoniere del campionato Cattellan tira ma colpisce il palo,al 27' azione corale dei granata sul'asse Margherita Porcino che tira però debolmente, il prosieguo del primo tempo, vede le squadre ribaltare l´azione da una parte all´altra con frequenza, ma occasioni vere e proprie sino al duplice fischio non ce ne saranno più.
 L´avvio di ripresa è invece tremebondo per il Liapiave e nei primi 15´ sono ben tre le probanti opportunità per sbloccare il punteggio: la prima con Cattelan, che inventa uno splendido tiro al volo dal limite che va a sbattere nuovamente contro la traversa, la seconda con Paladin che di testa in tuffo non riesce a correggere a dovere un bel traversone sempre di Cattelan e la terza infine con Baccichetto, che arpiona con il petto il traversone di Furlan, ma non riesce poi di testa a superare l´uscita sicura di Ortali. E come spesso succede, nel momento migliore del Liapiave a passare è la Clodiense,siamo al 18' con una bella azione corale sulla tre quarti destra che smarca Barzan tutto solo dinnanzi a Zilio, superato dal terzino veneziano con una puntata molto precisa.
Una volta in vantaggio, la capolista, dall´alto della propria esperienza e della propria serenità, addormenta la contesa e l'ultima occasione e al 46'con un tiro alto sopra la traversa di Corocher,tutto sommato per quello che si è visto in campo forse il pareggio era il risultato più giusto però quest'anno i ragazzi Clodiensi hanno dimostrato di saper chiudere le partite nei momenti decisivi.

 IL VIDEO DELLA PARTITA LIA PIAVE CLODIENSE

DRUGO DAN                 VIDEO  DELLA PARTITA PARTITA

domenica 29 aprile 2012

LA CLODIENSE VINCE 1 a 0 con il LIAPIAVE









Anche se la Clodiense ha già raggiunto l'obiettivo prefissato di vincere il campionato con l'uno a zero di mercoledì scorso in casa con la ROMANO D'EZZELINO evidentemente, come ci racconta al microfono, Mario Vittadello non c'è nessuna intenzione di tirare i remi in barca.
Infatti anche oggi un'altra vittoria con un goal di Barzan a San Polo di Piave con la LIAPIAVE.
Il giorno 6 di maggio ultima partita di campionato all'Aldo e Dino Ballarin....bisognerebbe non mancare ed essere in tanti....ci sono proposte?

sabato 28 aprile 2012

LE PAGELLE DEI GIOCATORI DELLA CLODIENSE
ANNO 2012-11
LUCA BOSCOLO VOTO 7= IL PORTIERONE GRANATA E IL MENO BATTUTO DELLA CATEGORIA E DIMOSTRA CHE I CAMPIONATO FATTI IN SERIE D LO HANNO FATTO DIVENTARE UNA SICUREZZA

BARZAN VOTO 6,5=PRESO DA SENO L'EX GIOVANE DEL VENEZIA HA DISPUTATO UNA BUONA STAGIONE INTERROTTA SOLO DA UN INFORTUNIO SERIO CHE LO HA TENUTO FUORI DAL CAMPO PER 2 MESI MA POI QUANDO E STATO IMPEGNATO HA RISPOSTO ALLA GRANDE

NIERO VOTO 6,5=PRESO QUEST'ESTATE DAL RETROCESSO OPITERGINA IN SERIE D SEMBRAVA UN'ACQUISTO AL BUIO INVECE SI E AMALGAMATO BENE CON I COMPAGNI DELLA DIFESA DIMOSTRANDO BUONA PERSONALITÀ E TECNICA.

BELLEMO VOTO 6=HA SOSTITUITO PER TUTTA LA 2^PARTE DELLA STAGIONE LO SFORTUNATO BOSCOLO BERTO E STATO QUELLO MENO SICURO DEL REPARTO DIFENSIVO MA A DALLA SUA PARTE LA GIOVANE ETA E PUÒ SOLO CHE MIGLIORARE.

BALLARIN VOTO 9= IL MIGLIORE IL NUMERO UNO DELLA SQUADRA IL CAPITANO DI MILLE BATTAGLIE BASTA UNO SGUARDO BASTA UN RUGGITO COME QUELLO DEGLI ULTIMI 5 MINUTI DI DOMENICA PER DARE LA SCOSSA ALLA SQUADRA CAPITANO IN CAMPO IDOLO DEGLI EX ULTRAS UNION C .S QUEST ANNO HA SPOSATO LA CAUSA CLODIENSE INSUPERABILE IN DIFESA GRAZIE ALLE SUE DOTI ATLETICHE E DI ANTICIPO RENDENDO NULLI TUTTI I SUOI MARCATORI SE IL CARATTERE LO SUPPORTASSE AVREBBE GIOCATO IN CATEGORIE PIÙ BLASONATE.

SCHIAVON VOTO 6,5= IL GIOVANE GRANATA CATAPULTATO IN PRIMA SQUADRA DALLA PRIMAVERA HA AVUTO UN GRANDE MINUTAGGIO DA PARTE DEL MISTER SARA UTILISSIMO IN SERIE D VISTO LA REGOLA DEI 4 GIOVANI.

ZUCCON VOTO 6,5=IL VECCHIETTO HA DIMOSTRATO CHE LA TECNICA E L'ESPERIENZA NON SI COMPRANO AL SUPER MERCATO MA SI MATURANO NEGLI ANNI.

MARGHERITA VOTO 7=A PARTE UN BREVE PERIODO DI CRISI DAI SUOI PIEDI SONO PARTITE LE PENNELLATE PIÙ IMPORTANTI E DECISIVE SOPRATTUTO CON LA SPECIALITA DELLA CASA IL CALCIO DI PUNIZIONE SI VEDE CHE ANCHE PER LUI GLI ANNI STANNO PASSANDO NON è PIÙ VELOCE E REATTIVO COME UN TEMPO MA GRAZIE AI PIEDI DA FATA FA QUELLO CHE VUOLE CON LA "PELOTA".

PORCINO VOTO 7=HA INIZIATO LA STAGIONE NEL SUO RUOLO DI ALA GRANDE TECNICA E VELOCITA E CLASSE POI E STATO MESSO IN ATTACCO PER NECESSITA SE LA CAVA EGREGIA MENTE ANCHE SE SPALLE ALLA PORTA  SI VEDE CHE NON E IL SUO RUOLO MA CIÒ NON GLI IMPEDISCE DI ESSERE IL MIGLIOR MARCATORE GRANATA.

PRADOLIN VOTO 7=GIOCATORE INTELLIGENTE E DOTATO DI TECNICA SOPRAFFINA L'EX VENEZIA HA FATTO LA DIFFERENZA IN QUESTO CAMPIONATO GOL E ASSIST D'AUTORE LO FANNO RIENTRARE ALLA GRANDE NEL PROGETTO SERIE D.

ZECCHINATO VOTO 6=SI ASPETTAVA DI PIÙ DA QUESTO SPILUNGONE PRESO DALLA SERIE D IN QUI AVEVA FATTO 9 GOL PERO QUEST ANNO NE HA FATTO SOLO 2 E HA LITIGATO SPESSO CON IL GOL E SEMBRATO IMPACCIATO E PSICO LOGICAMENTE NON ANCORA PRONTO A CAMPIONATO PIÙ IMPORTANTI.

BOSCOLO GIOACCHINA VOTO 6,5=SPESSO MESSO TITOLARE VERSO LA FINE DELLA STAGIONE IL GIOVANE DEL VIVAIO DELLA CLODIENSE DIMOSTRA DI ESSERE UN RAGAZZO SU QUI LAVORARE PER IL FUTURO.

DELL'ANDREA ANDREA VOTO 6=PRESO A META STAGIONE DALLA PRIMAVERA DEL VENEZIA IN SOSTITUZIONE DI NODARI IL GIOVANISSIMO DIMOSTRA MOLTA TECNICA E FANTASIA PERO ANCHE MOLTI ERRORI DOVUTI ALL'INESPERIENZA .

MALAGO VOTO 8=STAGIONE SFORTUNATA PER I NUMEROSI INFORTUNI UNO A META STAGIONE E UNO ALLA FINE MA QUANDO E STATO IMPEGNATO HA DIMOSTRATO TUTTO IL BENE CHE SI DICEVA DI LUI QUANDO ERA IMPEGNATO SEMPRE TITOLARE NEL VENEZIA GRANDE TECNICA,VELOCITA E VISIONE DI GIOCO E SENSO DEL GOL NE FANNO DI QUESTO GIOVANE UN GIOCATORE DA BLINDARE E CONFERMARE PER IL PROGETTO SERIE D.
BOSCOLO DAVIDE BERTO VOTO 8= STESSO DISCORSO E STESSA SFORTUNA DI MALAGO MOLTI INFORTUNI DI QUESTO "ENFANT PRODIGE" CHE GIÀ AI TEMPI IN QUI GIOCAVA CON IL CHIOGGIA SOTTOMARINA ERA CONVOCATO NELLE RAPPRESENTATIVE CHE CONTANO,TECNICA ANTICIPO ED INTELLIGENZA LO FANNO RIENTRARE ANCHE LUI NEL PROGETTO SERIE D.

MISTER VITADELLO VOTO 9= E VENUTO A CHIOGGIA NELL'ANNO PIÙ BUIO DELLA SUA STORIA IN QUI A RISCHIATO LA SCOMPARSA DAL PANORAMA CALCISTICO,IN PUNTA DI PIEDI HA LAVORATO IN UN GRUPPO TUTTO NUOVO CHE DOVEVA ESSERE AMALGAMATO E RIUSCITO A VINCERE SUBITO AL 1°ANNO IL CAMPIONATO GIÀ A 3 GIORNATE DAL TERMINE,UOMO VINCENTE VISTO ANCHE IL CAMPIONATO VINTO IN SERIE D ANNI FA CON LA SAMBONIFACESE CARATTERE INTROVERSO MA BASTA UNO SGUARDO E POCHE PAROLE PER FARSI CAPIRE DAI GIOCATORI MERITA LA RICONFERMA

PUBBLICO VOTO 2= STADIO DESERTO SENZA TIFOSI  E ULTRAS IN UN ANNATA VINCENTE E DI RILANCIO IL POPOLO DEI TIFOSI NON HA CONDIVISO IL NOME DELLA SQUADRA E IL SUO PROGETTO PERO QUANDO SI VINCE E SI FANNO SACRIFICI ECONOMICI SOPRATTUTO IN QUESTO PERIODO DI CRISI IN QUI MOLTE SOCIETA SONO SCOMPARSE VEDI ROVIGO E RAVENNA I TIFOSI NON SI SONO COMPORTATI BENE SPERIAMO CHE LA SERIE D E QUALCHE CAMBIAMENTO SOCIETARIO "NOME IN PRIMIS" FACCINO RITORNARE IL RUGGITO DEL BALLARIN CHE TANTA PAURA METTEVA ALLE SQUADRE E TIFOSERIE OSPITI

SOCIETA CLODIENSE VOTO 10 PER LA VITTORIA E IL PROGETTO AL PRIMO ANNO,IL SIGNOR BIELO DEVE ESSERE RINGRAZIATO E VENERATO SE ALLA DOMENICA POSSIAMO ANCORA ANDARE A VEDERE E TIFARE UNA SQUADRA CHE PORTA IL NOME DELLA NOSTRA CITTÀ.
VOTO 2= PER LA SCELTA DEL NOME E PER IL RAPPORTO INSTAURATO CON I TIFOSI E GLI ULTRAS SPERANDO CHE IL PROSSIMO ANNO VISTO CHE ORA SI HANNO LE CAUSE DELLA DEFEZIONE DEI TIFOSI DI RIMEDIARE.

CHIOGGIAAZZURRASPORT VOTO 10
DIAMOCI UN VOTO ANCHE NOI DELLA REDAZIONE IO DRUGO DAN,IL CAPO ANDREA COMPARATO E IL NOSTRO SEMPRE PRESENTE E PRECISISSIMO ED ESPERO ROSSANO BOSCOLO VI ABBIAMO DATO ANCHE CON I NOSTRI ERRORI MA CON TANTA PASSIONE I MOMENTI PIÙ BELLI DELLA STAGIONE COME I VIDEO DI ALCUNE PARTITE,LE INTERVISTE AI GIOCATORI E TECNICI E TIFOSI,SOPRATTUTO ABBIAMO IMMORTALATO IL GIORNO DELLA MANISTESTAZIONE DEGLI EX ULTRAS UNION C S TUTTO VIENE FATTO SENZA SCOPO DI LUCRO MA SOLO PER LA PASSIONE CHE CI ACCOMUNA PER VALORIZZARE LE MOLTE ATTIVITÀ SPORTIVE PRESENTI NEL TERRITORIO CLODIENSE CHE NON VENGONO VALORIZZATE COME DOVREBBERO ESSERE DAI MASS MEDIA E CARTA STAMPATA IL PROSSIMO ANNO DI SERIE D CERCHEREMMO DI MIGLIORARSI DI AUMENTARE LA PROFFESSIONALITA SEMPRE E SOLO AL SERVIZIO DELLA CITTÀ E DEL MONDO SPORTIVO
DRUGO DAN

 IL MIGLIORE DELLA STAGIONE 2011/12                                                  



giovedì 26 aprile 2012

25 APRILE: CLODIENSE VINCENS

MR MARIO VITTADELLO
sei nei nostri cuori


WE ARE THE CHAMPIONS
IL CALCIO CHIOGGIOTTO RITORNA IN SERIE D




video della vittoriosa
partita del 25 aprile 2012 - in caricamento




Ormai era già scritto ma mancava l'ufficiosità questa è avvenuta in un pomeriggio di festa nazionale 25 Maggio FESTA DELLA LIBERAZIONE e anche festa del calcio di Chioggia per il ritorno in serie "D", a pochi minuti dal termine quando sembrava che sia noi che il Ripa stavano pareggiando è quindi tutto era rinviato ecco il bello del calcio la Clodiense segna all'89' con De Rosa appena 3 presenze con la maglia granata è l'Union Ripa perde è si va a +12 mettendo fine alla lunga sfida,complimenti al Ripa che non ha mai mollato ed è stata la formazione che più ha impensierito i granata,via ai tappi di champagne e ai gavettoni in campo lasciando perdere per una volta la problematica tifo i giocatori,dirigenti e tecnici si sono lasciati andare ad un bagno di felicità.
Si parte con il ritorno in attacco del spilungone Zecchinato affiancato da Schiavon,formazione tipo per il resto,al 23' buon colpo di testa di Schiavon ma bravo a distendersi in tuffo il portiere Bortignon,al 26' gran botta di Porcino che però va a colpire il palo,finisce il 1 t senza ulteriori emozioni , nella ripresa quando tutti si aspettavano una Clodiense più intrapendente e cattiva si verifica l'opposto con gli ospiti che fanno il gioco e si rendono più pericolosi,al 18'  hnno l'azione più pericolsa del match su un batti e ribatti in area bravo e lesto e Luca ad intervenire più volte e poi ci pensa Bellemo ad allontanare la palla in corner,i granata non reagiscono e gli ospiti si rendono ancora pericolosi al 35' su un bel tiro di Soldo, i granata si scuotono finalmente ed è il capitano a suonare la carica al 38' grande colpo di testa di quest'ultimo che va di poco alto,siamo al 89' su corner di Margherita arriva il colpo di testa di De Rosa che manda in visibilio il "Ballarin" e decreta l'8^ vittoria casalinga e sopratutto il gol che vale la promozione in serie "D".
COMMENTO DRUGO DAN
Iniziamo con i complimenti al Presidente Bielo che oltre ad aver salvato il calcio a Chioggia è riuscito subito al 1° anno di vita di questa nuova società a centrare l'obbiettivo della serie "D" prendendo giocatori di categoria superiore che alla lunga hanno fatto la differenza in questo campionato molto mediocre dal punto di vista tecnico,dal punto di vista dirigenziale l'arrivo di Seno ex Venezia ha dato professionalità a tutto l'ambiente portando in casa granata giovani dal sicuro talento come Malagò e Barzan ex Venezia e senatori come Margherita e Zuccon e una bandiera come Ballarin e ponendo le basi per una struttura dirigenziale di 1°livello che se avrà l'entusiasmo dell'ambiente potrà fare cose buone anche in serie d.
Spero che questa professionalità sarà messa in campo nella prossima e ultima partita casalinga per festeggiare insieme alla cittadinanza di Chioggia la promozione,con ingresso libero,bandiere striscioni sul campo,banda cittadina,dj per animazione musiche sportive e speakear,il tutto aiutato dal Comune e dagli sponsor per celebrare il ritorno in serie D e far dimenticare ai cittadini di Chioggia per una domenica le problematiche quotidiane esaltando lo sport come forma culturale e di associazionismo che ha sempre portato avanti e insegnato alle future e moderne generazioni,facendo capire al nostro Comune se mai c'è ne fosse ancora bisogno l'importanza delle infrastrutture sportive nel nostro territorio che devono essere costruite e ammodernate per rilanciare e riscattare la nostra città in ambito internazionale, rilanciando anche  lo sport a Chioggia. 
DRUGO DAN
http://www.youtube.com/watch?v=KFfCKy0nKr0  musica we are rhe champions
 

mercoledì 25 aprile 2012

martedì 24 aprile 2012

LA CLODIENSE VINCE MA LO STADIO E' VUOTO,CHE DICE LA GENTE?




Malgrado i successi sportivi della prima squadra e degli Juniores, che hanno già matematicamente vinto il campionato,e come lo stesso presidente Ivano Bielo in prima persona ammette..." lo stadio Aldo e Dino Ballarin appare spesso semivuoto" come mai il successo sportivo ha come contro altare questo insuccesso dal punto di vista della tifoseria? E cosa ne dice la gente???





LA CLODIENSE VINCE MA LO STADIO E' VUOTO,CHE DICE LA GENTE?

Malgrado i successi sportivi della prima squadra e degli Juniores, che hanno già matematicamente vinto il campionato,e come lo stesso presidente Ivano Bielo in prima persona ammette..." lo stadio Aldo e Dino Ballarin appare spesso semivuoto" come mai il successo sportivo ha come contro altare questo insuccesso dal punto di vista della tifoseria? E cosa ne dice la gente???





lunedì 23 aprile 2012

CLODIENSE  VEDE GIA L'ARRIVO DELLA "D"
GIA MERCOLEDI VINCENDO SI POSSONO APRIRE LE "BOSSE DE VIN" E FESTEGGIARE LA VITTORIA DEL CAMPIONATO DI ECCELLENZA.

Ennesima vittoria della Clodiense che priva di Malagò (infortunio serio) e con i rietranti Pradolin e Barzan contro un Vittorio V apparso ben poca cosa e quando nella ripresa gli uomini di Vitadello hanno deciso di alzare i ritmi senza difficolta hanno assestato le 2 reti della vittoria.
Si parte con Zecchinato in panchina che lascia spazio al giovane Boscolo Davide che fa coppia in avanti con Porcino, supportato in fasca da Pradolin in difesa si schiera il rientrante Barzan.
Al 3' su un'azione tutta di prima Margherita smarca sulla fascia Pradolin che mette subito al centro per Porcino che in rovescata spettacolare costringe alla parata Tonon,al 23' tiro di Barzan,al 27' e 28' viene anticipato Porcino sul filo del fuorigico da un'ottimo Tonon,al 30' grande occasione di Pradolin su assist di Porcino che tutto solo davanti al portiere spedisce la palla fuori,al 43' tiro di Bozzato ma Tonon e ancora attento mandando la palla in corner,mentre per la retroguardia Clodiense un 1 tempo assolutamente tranquillo.
Nella ripresa al 9' prima azione degli ospiti con un colpo di testa di Zanardo palla fuori di poco,all'11 entra Zecchinato al posto di Boscolo Davide,e da questo momento la pressione dei lagunari si fa più tambureggiante ,al 14' Pradolin tira e la palla esce di poco a lato,al 17' tiro di Lalli ma Luca para sicuro,al 22' arriva la rete azione partita dai piedi di Zuccon che crossa al centro dell'area,stavolta esce male Tonon che non aggrappa la sfera ma la smanaccia sui piedi di Barzan che di prima intenzione spedisce la palla in rete,grande gioia ed entusiasmo dei giocatori di Mister Vitadello che a centro campo festeggiano la marcatura,al 26' sulle ali dell'entusiasmo la Clodiense chiude la partita gran lancio di Porcino per Pradolin stoppa la palla e girandosi la mette alla sinistra di Tonon un gran gol di un giocatore di spessore che si vede che ha calcato campi "pro" al 33' gli ospiti cercano di scuotersi con un gran tiro di Martini ma la risposta di Luca non si fa attendere e mette la palla in corner,al 38' cerca di sbloccarsi con il gol Zecchinato che in questa stagione ha molto deluso in fase conclusiva ma di testa con il portiere già batutto riesce a sbagliare anche questa facile occasione,al 40' bel dribbling di Zecchinato ma quest'anno non ne va bene una e la palla esce di poco. 
COMMENTO DRUGO DAN
Campionato ormai già deciso nonostante i soliti scongiuri di rito la concentrazione e il pensiero va già alla prossima stagione,quando una squadra vince e sale di categoria di solito l'entusiasmo contagioso fa fare campionati di vertice ed importanti anche in categorie superiori,pero il termine ENTUSIASMO quest'anno non è di casa, in questa società che aveva lo scopo con il cambio di nome di far riunire sotto una stessa bandiera un progetto calcistico e sportivo importante per rilanciare la nostra città in campionati più importanti (parole del presidente Bielo) nell'intervista fatta da Comparato ai due massimi dirigenti granata,traspare si l'amarezza di vedere lo stadio deserto e con i soliti addetti,ma traspare anche l'incapacità di capire il motivo e questa è la cosa che più mi sorprende in considerazione che non siamo in presenza di due persone novelline ma di due persone che 10 anni fa erano nel Chioggia Sottomarina e conosco bene la storia e i tifosi di questa città,   e i vari meccanismi che la compongono,alla domanda di Comparato "Allora il prossimo anno cambieremmo il nome",la risposta mi ha lasciato di stucco da parte del presidente NO,perchè siamo partiti con questo progetto e vogliamo proseguirlo,potevano anche cavarsela con il dire il nome sarà cambiato per forza perchè in serie D il nome deve appartenere al nome della città e questo succederà, invece ha dimostrato di non aver trovato ancora le chiavi per aprire questa porta e far tornare il famoso ENTUSISAMO,quest'estate vedremmo come andrà a finire questa telenovela infinita.
DRUGO DAN

domenica 22 aprile 2012

LA CLODIENSE VINCE ANCORA MA IL BIELO MASTICA AMARO

Il presidente Bielo con Mauro Gallo

Con la vittoria di ieri contro il, coincidenza, Vittorio Veneto la Clodiense si trova quasi matematicamente ad aver raggiunto l’obiettivo che la dirigenza, e non solo, si era posta si dall’inizio:quello di vincere il campionato e di passare il turno.
Eppure il presidente Bielo, e non solo il presidente ma tutta la dirigenza, pur pregustando con i debiti scongiuri la prossima vittoria non sprizza esattamente gioia da tutti i pori,anzi sembra quasi masticare amaro nonostante il susseguirsi di partite vinte e i punti di vantaggio.
Il motivo evidente è uno stadio Aldo e Dino Ballarin desolatamente sempre più vuoto, lo stesso Bielo dichiara sconfortato nell’intervista: “ oggi esclusi gli addetti ai lavori non c’era nessuno, ci si chiede per chi facciamo tutto questo?”.

Presenti solo gli addetti ai lavori


“ Siano più umili e chissà! Anche la gente comune rivuole l’union. La Clodiense continuino a guardarla solo loro” è il rude ed immediato intervento di uno dei ns contatti ai quali mandiamo i risultati tramite sms, ma sono così “ grandessoni” questi dirigenti della Clodiense? Per il sottoscritto che è nuovo dell’ambiente è un po’ un rebus, per me le vittorie della squadra, e non solo della prima squadra, sono risultati per tutta la città solo il grande lavoro che viene fatto con le centinaia e centinaia di ragazzini che vengono seguiti e avviati allo sport sono da encomio solenne…. Quando vince la Clodiense per me vince Chioggia, vince sottomarina , vinciamo tutti… “ ti manca qualche passaggio” è la benevola critica che mi porge qualche amico quando non mi si dice chiaramente: “ Non capisci un…”



Mi dicono che anche negli altri stadi non vengono presi d’assalto, se il Bielo deciderà di cambiare il nome, come chiedono in tanti si tornerà ad avere il “ dodicesimo calciatore in campo?” per il momento il presidente , da quello che dichiara nell’intervista, non ne ha alcuna intenzione anzi ci sembra che invece di essere un presidente che si prepara al prossimo campionato stia pensando, seriamente, di tirare i remi in barca.
Andrea Comparato


CLODIENSE   VITTORIO.V ORE 16 BALLARIN.


La 26^ giornata avrà come riferimento un’altra gara di grosso richiamo: è Clodiense-Falmec Vittorio SM Colle che scenderà al “Ballarin” per incamerare i tre punti, con l’obiettivo di assicurarsi il terzo posto della classifica. La formazione di Mario Vittadello tra le mura di casa finora ha saputo garantirsi il massimo (ha ciccato la sfida con l’Istrana il 23 ottobre) e Luca Boscolo non subisce reti da 468’. Un deciso riscatto lo cercherà domenica il Ripa La Fenadora in odore di spareggi. Il passo falso patito nel recupero interno contro il Favaro 1948 non ha compromesso il cammino dei neroverdi verso un traguardo che non è più un miraggio, impensabile ad inizio di stagione, ma contro l’ Istrana i precedenti, compresa l’eliminazione dalla Coppa Italia Regione, non sono favorevoli.       
Oggi alle 16 al Ballarin rientreranno nella rosa Pradolin e Barzan mentre dovrà fare a meno di Matteo Malagò che in settimana ha subito un grave infortunio che solo la risonanza magnetica in settimana svelerà l'entità del danno,se oggi l'Union Ripa dovesse perdere già nella partita di mercoledi 25 Aprile in casa al Ballarin si potrebbe festeggiare la promozione in serie D che ormai sembra scontata visto i 9 pt di vantaggio a poche giornate dal termine.
DRUGO DAN

martedì 17 aprile 2012

SEMINARIO CLODIENSE di LUNEDI' 16 APRILE 2012


Si è svolto nella giornata di ieri lunedì 16 aprile 2012, con grande successo, il 1° SEMINARIO CLODIENSE, clinic di aggiornamento e di confronto per Tecnici ed allenatori, organizzato dalla Clodiense Calcio con il Patrocinio del Comune di Chioggia.
Relatore del Seminario è stato Mister Alessandro MUSICCO, ex allenatore delle Giovanili del MILAN ed attuale Collaboratore delle NAZIONALI GIOVANILI del CLUB ITALIA.




L’evento si è suddiviso in due parti, una teorica, tenutasi presso l’aula magna dell’ITC “Cestari” ed una pratica presso lo stadio “A.D. Ballarin”. Mister MUSICCO ha illustrato i temi della ricezione e della trasmissione della palla, soffermandosi su aspetti analitici e situazionali, sulla metodologia e su alcuni principi della didattica. Successivamente, grazie alla presenza dei Giovanissimi della Clodiense, trasferitosi sul perfetto manto erboso del “Ballarin”, Mister MUSICCO ha presentato alcune esercitazioni tecniche, concludendo la splendida giornata con proposte di possesso palla e giochi di posizione.
Ottima la risposta del pubblico che ha visto oltre allo staff tecnico della Clodiense, anche numerosi allenatori di società del padovano, del veneziano e del rodigino.
Da segnalare, inoltre, la presenza dell'Assessore allo Sport del Comune di Chioggia Prof. Narciso GIROTTO, del Coordinatore Federale Regionale del Comitato Regionale Veneto – Settore Giovanile e Scolastico Giuseppe Ruzza, del Delegato della FIGC della Provincia di Venezia Stefano TREVISANELLO, dell'ex allenatore del Chioggia Sottomarina ed ora osservatore del Club Italia Marco SCARPA e del Fiduciario CONI Rossano BOSCOLO.
L’evento, è stato fortemente voluto dal Responsabile del Settore Giovanile Lino MAINER, dal Responsabile Organizzativo Matteo DORIA e dai Responsabili Tecnici Luca SPINADIN e Massimo RANZATO ed è stato curato ed implementato dalla coordinazione tecnica di Raffaele BARRA, allenatore degli Esordienti della Clodiense e collaboratore della rivista on line www.allenatore.net. Magazine nazionale che ha filmato l’intero seminario e che lo pubblicherà presto.
Questo interessante Clinic rientrerà nei prossimi anni all'interno di una più vasta agenda di impegni tecnici che la CLODIENSE intende promuovere grazie all'apporto dei propri Tecnici Qualificati.

domenica 15 aprile 2012

CANOA E KAYACK BRILLANO SULLE ACQUE DEL CENALBIANCO

CANOA E KAYACK DI CHIOGGIA BRILLANO SULLE ACQUE DEL CENALBIANCO (RO)

Gli atleti chioggiotti presenti in 10 unità suddivisi nelle varie categorie hanno ottenuto splendidi risultati al Meeting internazionale di canoa e kayack nelle acque del Cenelbianco in prov di Rovigo,fra tutti la medaglia d'oro di Alessandro Boscolo (Chio) nella categoria k1 allievi B sulla distanza di 2mila metri,l'ormai famoso e innosidabile Vanni Bertotto ha vinto la medaglia d'argento nella categoria k1 Master nella distanza dei 5 mila metri con il tempo di 25,45minuti.
Ricordiamo che l'associazione sportiva canoa e kayac ha sede a Borgo San Giovanni vicino al palasport sulla riva del lusenzo tel 366-3906256 e mail informazioni@kayacchioggia.it.
Per il grande impegnio e per i numerosi successi questa associazione meriterebbe da parte del Comune la possibilità di fare un campo gare nel bacino del Lusenzo luogo straordinario e con la possibilità da parte della gente di ammirare le gare dalla riva sarebbe un'attrazione e una valorizzazione ulteriore per la nostra città che vive nel mare http://www.kayakchioggia.it/
DRUGO DAN

IMPRESA DEL MARINA SOCCER A CORNEDO

IMPRESA DEL MARINA SOCCER A CORNEDO

I RAGAZZI DI MISTER VAROTTO VANNO A VINCERE IN CASA DELLA 4' IN CLASS E MANTENGONO ANCORA ACCESE LE SPERANZE DI AGGUANTARE IL 5'POSTO UTILE PER I PLAY OFF CHE E DISTANTE 3 PT DAL MONTECCHIO.
I bluamaranto stoppano la loro corsa nonostante una partita tutta d’attacco (45 occasioni da gol a 5 dei veneziani), e rimangono ben saldi al quarto posto, matematico. Rete della bandiera nel finale di Castronovi, rigore sbagliato da Castronovi. Cornedo – Può una squadra creare 45 occasioni da rete e perdere la partita subendo solo 5 tiri nella propria porta? Evidentemente si! Il Real Cornedo venerdì sera nella prima partita dopo le festività pasquali ha interrotto la sua corsa ed ha perso in casa per 3-1 al Paladegasperi contro il Marina Soccer Team al termine di una gara assurda. Sotto di due gol ad inizio incontro per due disattenzioni difensive che hanno portato in rete prima Schiavon e poi Aggio, i bluamaranto di D’Alessandro hanno provato a rialzare subito la testa, hanno costruito una mole impressionante di gioco e di occasioni da rete, ma da un lato si sono trovati di fronte un Ballarin in serata di grazia capace di compiere, numeri alla mano, 34 parate decisive, e dall’altro ovviamente anche la poca concretezza sottorete che avrebbe permesso loro di provare a ribaltare l’esito del match. Non servirebbe a niente descrivere le 45 occasioni da gol, tra le quali un palo, almeno 4 gol mangiati a porta vuota, alcune ripartenze in superiorità numerica non sfruttate e soprattutto un rigore sbagliato a fine primo tempo con Gancitano, basti dire che a volte capitano le giornate storte, e questa è stata sicuramente una di quelle.
Il tabellino
Real Cornedo – Marina Soccer Team 1-3
Real Cornedo: Villano, Bruttomesso, Gancitano, Kokorovic, Zarantonello, Biondani, Alessandro Gonzato, Donoso, Buggiano, Sartori, Tonello, Castronovi. All D’Alessandro
Marina: Ballarin, Aggio, Zambon, Schiavon, Tiozzo, Tardivo, Battagin, Marangon, Voltolina. All Varotto
Arbitri: Marzaro di Vicenza e Bonso di Mestre
Reti: pt 2’ Schiavon, 8’ Aggio. St 27’ Tardivo, 28’ Castronovi
Ammonito: Tardivo
Nonostante l'assenza di capitano Massimiliano Frizziero i ragazzi Chioggiotti hanno disputato una gara molto difensiva ma sono stati cinici a sfruttare le poche occasioni da gol, ora venerdi prossimo il Marina Soccer è di scena in trasferta sul campo del Sporting Cavaso 3 in class,mentre il Montecchio è impegnato in trasferta in casa del Dibiesse Miane in questo duello che determinerà la squadra che accederà ai paly off.
DRUGO DAN


sabato 14 aprile 2012

SOSPENSIONE CAMPIONATI DILETTANTISTICI VENETO

Morto il calciatore del Livorno Morosini
Il 25enne ha avuto un arresto cardiaco

Praticato un massaggio cardiaco in campo subito dopo il collasso. L'ambulanza ha ritardato. Piermario Morosini era ricoverato in coma farmacologico. Una famiglia colpita dalla sfortuna

foto Tgcom24

21:49 - Non ce l'ha fatta il calciatore 25enne del Livorno, Piermario Morosini, morto per un improvviso malore durante la partita contro il Pescara. Il giocatore ha avuto un arresto cardiaco in campo ed è stato soccorso dai medici che gli hanno praticato immediatamente un massaggio cardiaco. Morosini è stato poi portato al Pronto Soccorso dell'ospedale civile del capoluogo abruzzese in ambulanza, mentre i compagni erano in lacrime. 







La partita è stata subito dopo sospesa. Ci sarebbe stato un ritardo dell'ambulanza per un ingresso ostruito da un'auto. Durante i concitati momenti del soccorso, tutto il pubblico ha iniziato a chiedere a gran voce la sospensione del match. Sugli spalti anche un tifoso ha avuto un malore ed è stato subito assistito.

Le due squadre sono rientrate negli spogliatoi, a rimanere qualche minuto in più in campo solamente l'allenatore Zeman. Morosini è collassato quando era lontano dall'azione di gioco. Durante il trasporto in ambulanza il calciatore era in arresto cardiaco. A riferirlo fonti mediche, che avevano aggiunto: "Il giocatore è stato messo in coma farmacologico per permettere l'applicazione di uno stimolatore esterno".

Una famiglia colpita dai lutti
Negli ultimi anni il giovane aveva subito una serie di lutti in famiglia: a partire dal suicidio del fratello portatore di handicap, poi la morte della madre nel 2001; nel 2003 invece quella del padre Aldo. Morosini aveva una sorella gravemente malata. Il 25enne era rimasto l'unico familiare a potersi occupare di lei: dopo la morte del papà infatti anche il fratello maggiore è scomparso.

Il momento del collassoUn'azione offensiva del Pescara, la corsa lontano dal pallone, e poi improvviso il crollo a terra sul vertice della propria area: è la terribile scena di cui è stato protagonista al trentunesimo il centrocampista del Livorno. Il giocatore è caduto in avanti, faccia a terra, apparrentemente in preda a convulsioni, e immediatamente le due panchine e il guardalinee hanno attirato l'attenzione dell'arbitro Baratta che ha fermato il gioco. I medici hanno soccorso Morosini usando un defibrillatore.

Ambulanza bloccata da un'auto dei vigili, il Comune di Pescara indagaProblemi per l'ambulanza che ha soccorso Piermario Morosini: il mezzo è stato bloccato per qualche minuto da un'auto dei vigili urbani che ostacolava l'ingresso al campo. Per rimuovere il mezzo in quegli attimi concitati è stato rotto un vetro. Ma, come ha sottolineato il cardiologo Paloscia, "un minuto in più o un minuto in meno nei soccorsi non sarebbe servito a nulla. Il cuore si è fermato e non ha più ripreso a battere". Il Comune di Pescara avvierà un'indagine interna e collaborerà con l'autorità giudiziaria per fare chiarezza sulla vicenda del mezzo della Polizia Municipale.

A.d. del Pescara: "Era cosciente dopo il primo soccorso"
Piermario Morosini era cosciente quando è stato sollevato in barella e portato dentro l'ambulanza, sul campo dello stadio del Pescara. ''Mi ha guardato negli occhi quando è entrato nella vettura - ha raccontato l'A.d. del Pescara, Danilo Iannascoli -. Stiamo vivendo un dramma. L'ambulanza in ritardo? Non so, ma so che l'ingresso in campo era ostruito da una vettura". ''Morosini - ha raccontato il dirigente - è caduto, ha provato a rialzarsi ma è ricaduto. Il nostro massaggiatore si è reso conto del dramma".

Urla e pianti dei compagniUrla e pianti a dirotto, dall'interno del Pronto Soccorso, dove il giocatore del Livorno era arrivato in arresto cardiaco, da parte dei compagni di squadra alla notizia della sua morte. La polizia ha fatto allontanare i giornalisti fuori dall'ospedale.

Magistrato dispone autopsiaLa salma di Piermario Morosini è stata trasferita nell'obitorio dell'ospedale civile di Pescara. Il pm della Procura pescarese Valentina D'Agostino ha disposto l'autopsia.
In seguito all'accaduto anche la F.I.G.C VENETO come nel comunicato riportato in alto all'articolo comunica la sopensione di tutti i campionati dilettantistici per la giornata di domani domenica 15 Aprile quindi anche l'incontro che era previsto a Chioggia alle 16 tra Clodiense e Vittorio V. è stato rinviato.
DRUGO DAN

DASPO A 6 ULTRAS DELL'EX UNION C.S

Sei ex ultras durante la partita di domenica scorsa tra Clodiense e Miranese sono stati pesantemente colpiti dal Daspo sono Z.S di 39 anni,B.B.E di 28 anni per 5 anni essendo già recitivi da un precedente Daspo,per 3 anni P.E ,V.R, DI 44 anni,C.T di 35 anni,F.G minorenne,le motivazioni da parte della questura di Venezia è stata che la manifestazione era regolarmente stata annunciata al commissariato in Corso del Popolo,come una manifestazione pacifica per protestare contro la decisione di aver cambiato nome alla squadra da Union c.s a Clodiense,in realtà il questore ha contestato due punti il lancio di fumogeni avvenuto fuori dallo stadio e l'entrata senza pagare il biglietto travolgendo gli adetti al controllo,le indagini si sono svolte prendendo in esame le immagini video della polizia scientifica.
COMMENTO DRUGO DAN
Intanto esordisco con un grande dispiacere nell'apprendere questa notizia come un fulmine a ciel sereno ero presente in curva quella domenica è sinceramente con estrema sincerità mi sembrava una giornata di festa di rivendicazione dell'orgoglio di tifare ancora l'Union C.S per dare un segnale alla nuova società della Clodiense di cambiare nome e di fare alcuni altri cambiamenti per ritrovare il feeling con gli ultras,il tutto era stato annunciato in un volantino in settimana che descriveva lo scopo pacifico e ripeto pacifico della manifestazione,i fatti contestati dei fumogeni fuori allo stadio non esprimo nessun parere visto che non ho visto nulla,forse qualcuno ha esagerato ma non esprimo nessun parere,per quanto riguarda la contestazione dell'entrata senza biglietto quella sinceramente mi sembra una cosa fuori dal mondo,lo stesso Bielo a fine partita e anche nella curva si diceva che lo stesso presidente aveva pagato i biglietti dell'entrata lo stesso Bielo si è avvicinato al settore della Polizia a fine partita per ribadire la cosa infatti gli ultras a fine partita sono usciti regolarmente,il servizio di biglietteria non era assolutamente predisposto,mi sembrava di aver visto un tavolino senza nessuno con tiket in mano,sarà comunque la magistratura a fare il suo percorso e i colpevoli possono sempre difendersi anche se i tempi della magistratura sono lunghi,vedremo come andrà a finire questa vicenda che sicuramente a decretato una sconfitta per lo sport Chioggiotto.

DRUGO DAN

L'UNION RIPA BATTUTO, LA CLODIENSE AVANZA







12 aprile 2012


Union-Favaro 1-2 FINALE

Union-Favaro 1-2 FINALE
GOL: pt 15' Brandalise; st 10' Marcato, 20' Mozzato

pt 15' cross di Ponik e gol di Brandalise
Finito il primo tempo sull'1-0 per l'Union
st 10' Marcato pareggia per il Favaro
st 20' Mozzato segna il gol dell'1-2 e ribalta il risultato
Finale: Union Ripa La Fenadora-Favaro 1-2

FORMAZIONI
UNION RIPA LA FENADORA: De Carli, Ponik, De Checchi, Rimoldi, Nicoletto, Scopel, Mastellotto, Brandalise, Zucco, Herrera, Tormen. All. Parteli.
FAVARO: Saltarel, Bertocco, Mozzato, Tosato, Marton, Regini, De Polo, Zoia, Santagata, Valier, Menghia. All. Vecchiato.
COMMENTO DRUGO DAN
Oggi da Seren Del Grappa sono arrivate buone notizie in relazione alla corsa promozione : L' Union Ripa è stato battuto per 2 a 1 dal Favaro nella gara di recupero, pertanto i punti di vantaggio per la Clodiense rimangono 9 a sole 5 giornate dalla conclusione del campionato quindi ormai a 5 giornate dal termine del campionato di Eccellenza si può già programmare e pensare alla prossima stagione di serie D che da una dimensione più consona alle ambizioni di una piazza calcistica molto importante per il Veneto.
Domenica ci sarà la sfida al "Ballarin" tra la Clodiense e il Vittorio S.M.C alle 16.00
DRUGO DAN

venerdì 13 aprile 2012

PER SEI ULTRAS CHIOGGIOTTI SCATTA IL DASPO



Per 6 ultras chioggiotti scatta il Daspo (divieto di accedere a manifestazioni sportive) per la manifestazione dell'1/4 (Miranese) sembrerebbe però per quello che è accaduto sul corso e non per l'evento sul campo sportivo del Ballarin avvenuto nel secondo tempo.....



giovedì 12 aprile 2012

TROFEO ROSSANO GAMBELLI

VIDEO IN CARICAMENTO





mercoledì 11 aprile 2012

CHIOGGIA e VENEZIA UNITE PER FAR VINCERE SILVIA ZENNARO





L’anno scorso a Gravedona ( Lago di Como) la conquista del mondiale della classe Europa arrivando prima dopo una dura selezione di con 80 equipaggi provenienti da 14 nazioni, quest’anno, si sa,l’appetito vien mangiando, e Silvia Zennaro è riuscita a classificarsi quinta dopo una selezione di ben cento ragazze,questa volta sul lago di Garda, con una nuova categoria che è la classe Laser giocandosela con colleghe più che agguerrite che andranno a rappresentare i loro paesi alle prossime olimpiadi.
Questa prestazione non è passata inosservato tanto è vero che è in “ pista” per vincere un altro riconoscimento, Miglior regatante donna 2012, al Premio Italia per la Vela, il prestigioso riconoscimento che ogni anno incorona i più bravi rappresentanti del mondo della vela Italiana.
I vincitori verranno resi noti nel corso di una serata di gala, che si terrà domenica 29 aprile presso l’Accademia Navale di Livorno.
Però per conquistarsi anche questo titolo Silvia non dovrà navigare tra le onde di qualche lago bensì quelle virtuali di internet in quanto il concorso organizzato da www.tuttovela.it nella sezione premio Italia per la Vela link: http://www.tuttovela.it/index.php?option=com_pollxt&Itemid=131
Una sfida quindi non solo per Silvia, ma per la città di Chioggia e anche quella di Venezia in quanto la nostra giovane marinera vive con i suoi genitori a Sottomarina ma è anche nella Compagnia della Vela di Venezia, quindi questa volta Chioggia e Venezia unite per portare alla vittoria una ragazza alla quale la caparbietà non manca di sicuro.
Cosa fare quindi per aiutare Silvia in questa ulteriore sfida? Bisogna partire con il passa parola e andare tutti a votare, possibilmente anche una volta al giorno, sul link sopra indicato fino al 28 aprile.


Inoltre venerdì 13 aprile presso il Chioggiottino lounge & food un gruppo di supporter proporrà un aperitivo in compagnia della nostra campionessa,vi aspettiamo numerosi.


VIDEO DI ALCUNE DELLE GARE DI SILVIA ZENNARO






martedì 10 aprile 2012

ROSSANO e il COMMENTO del...MARTEDI' DOPO PASQUETTA





Il nostro inossidabile Rossano Gioachina ci ha leggermente abbandonati lunedì scorso, ma dobbiamo perdonarlo visto che era Pasquetta, però anche se c'era la Pasqua un po' di colpa, pochina pochina se la sentiva così per farsi perdonare, simpaticamente parlando, si è portato dietro niente popò di meno che Daniele Zennaro firma storica del giornalismo sportivo Chioggiotto e Marco Scarpa responsabile per il triveneto del CLUB ITALIA figc che ci hanno dato, oltre alle notizie degli eventi sportivi della settimana,alcuni spunti che sicuramente interesseranno più di qualche appassionato di sport


sabato 7 aprile 2012

Nuovo impianto sportivo inaugurati gli spogliatoi


CHIOGGIA. Pronti i nuovi spogliatoi per l’impianto sportivo di Isola dell’Unione. Il nastro è stato tagliato ieri dal sindaco Giuseppe Casson e dall’assessore allo sport Narciso Girotto.
L’intervento, che si è aperto a settembre 2010 con la precedente amministrazione, è costato 690.000 euro con un contributo regionale di 240.000. Presenti alla cerimonia i vertici e i bambini che si allenano con la Clodiense, unica società sportiva (400 tesserati ndr) che al momento si allena nel campo di Isola dell’Unione. «Un intervento funzionale e anche bello esteticamente», sottolinea il sindaco, «il primo passo per la riqualificazione dell’intera struttura sportiva. In tempi difficili per le casse comunali poter inaugurare un’opera pubblica, avviata dalla giunta Tiozzo, non è evento frequente». A svelare gli step successivi l’assessore allo sport, Narciso Girotto: «continueremo con la sistemazione della pista di atletica, delle tribune e del campo da calcio. Intendiamo investire nello sport, abbiamo in mente altri interventi di manutenzione ma anche ex novo». Soddisfatti i vertici della Clodiense che potranno usufruire di strutture moderne e confortevoli.








COMMENTO DRUGO DAN
Anche se in ritardo finalmente si inaugura una struttura sportiva nuova da tempo richiesta dalla città visto le condizioni  al limite della decenza dei vecchi precedenti spogliatoi  adiacenti il campo che avevano 40 anni,l'attenzione che questa amministrazione e le altre hanno dato al mondo dello sport nonostante le numerose associazioni sportive del territorio è sempre stata deludente con le poche strutture obsolete e antieconomiche,se si pensa che una città di mare come la nostra non ha una piscina comunale,i campi da tennis di brondolo sono datati anni 50',il campo Aldo e Dino Ballarin e degli anni 40',il palazzetto dello sport di Borgo San Giovanni è attualmente impraticabile dopo i recenti eventi atmosferici che hanno divelto il tetto,il progetto di Cittadella dello Sport che si doveva fare nella zona "parco degli orti" è andato nel dimenticatoio,creare infrastrutture sportive nuove e moderne è una prima necessità per far si che i giovani d'oggi ritrovino quei valori che lo sport può dare,quindi questa amministrazione comunale deve riuscire crisi e non crisi a creare quelle strutture sportive che una città da 55 mila abitanti e da 2 milioni di presenze turistiche all'anno devono pretendere. DRUGO DAN


mercoledì 4 aprile 2012

Il ferrarese Rolando Binelli conquista il “Città di Chioggia”






CHIOGGIA. Rolando Binelli, ventunenne tennista ferrarese, si è aggiudicato l’altro ieri il “Città di Chioggia”, tradizionale appuntamento che chiude la stagione agonistica invernale del circolo... Rolando Binelli, ventunenne tennista ferrarese, si è aggiudicato l’altro ieri il “Città di Chioggia”, tradizionale appuntamento che chiude la stagione agonistica invernale del circolo chioggiotto. Il torneo, quest’anno riservato a giocatori di terza categoria con limite 3.3, ha visto darsi battaglia fin dal tabellone di qualificazione una cinquantina di giocatori.
Molti i giovani di spicco, tra questi il tredicenne Davide Cinti ed il russo diciassettenne Maxim Velcho hanno particolarmente impressionato i numerosi spettatori.
La finale (giudici arbitri Massimo Penzo e Bruno Doria) ha visto prevalere Binelli per 6 6 su Andrea Ziterni che, reduce da una semifinale combattuta con il numero uno di casa Eugenio Boscolo.
Nel tabellone di 4 cat hanno vinto l'accesso al tebellone di 3 cat Bertotto Sandro 4.1 che è riuscito poi a battere un 3.5 e anche Famulari Federico 4.1 che ha vinto il derby con Claudio Boscolo 4.2.mentre Venturini Daniele 4.2 è stato eliminato subito con il punteggio di 6a2 6a4 da un forte 4.1.
Ora la stagione invernale è giunta al termine e durante l'inizio di Marzo si inzierà la Coppa Italia F.I.T dove il T.C Chioggia ha due squadre una in serie D/2 composta da Eugenio Sacchi (3.4) Eugenio Cester (4.1) Bertotto Sandro (4.1) Spinello Filippo (4.3),mentre in D/3 la squadra è composta da capitano Venturini Daniele (4.2) Claudio Boscolo (4.2) Spinello Michele (4.4) Jacopo Agostini (4.3) Marco Boscolo (4.5),inoltre il circolo Tennis Club Chioggia vi ricorda che a due squadre giovanili Under 12 Under 16 per iscrizioni ai corsi condotti da Maestro Cester tel.041491309.
SU CHIOGGIAAZZURRA.BLOGSPOT.COM PAGINA DELLO SPORT
http://www.chioggiaazzurra.blogspot.it/ TROVERETE L'ARTICOLO COMPLETO DEL TORNEO E TUTTE LE NOTIZIE RIGUARDANTI LO SPORT DI CHIOGGIA SUL BLOG.
DRUGO DAN





lunedì 2 aprile 2012

INTERVISTA AL PRESIDENTE IVANO BIELO







Un presidente molto amareggiato quello che traspare dall'intervista telefonica, tre vittorie in una settimana, la squadra vicinissima alla promozione in serie D, un progetto che sembra per realizzarsi passo dopo passo, i ragazzi dell'ULTRAS che in qualche modo hanno fatto un bel passo...dunque che è? Perché manca la gente?


iL COMMENTO DEL LUNEDI' di ROSSANO

domenica 1 aprile 2012

CLODIENSE MIRANESE: DUE a ZERO

CLODIENSE VINCE NEL GIORNO DEL "Granata Day"
Vittoria importante per la Clodiense che grazie allo alla partita rinviata dell'Union Ripa porta il vantaggio a 9pt però questa volta mi voglio soffermare poco sulla partita perchè il significato e l'emozione di questa giornata che può diventare storica per la rinascita del tifo a Chioggia è un'altro e deve essere sottolineato in grassetto perchè ha visto il ritorno degli "ex ultras union c .s.
La partita ha visto una netta superiorità dei granata che hanno messo in luce il grande divario tecnico che è dimostrato anche dalla classifica,anche se al 5' i bianconeri di Gasperini hanno avuto l'occasione di segnare con un colpo di testa di Del Mela uscito di poco,poi inizia lo show granata con la fiera delle occasioni sprecate da Porcino al 14' gran lancio di Margherita per Porcino che tutto solo davanti alla porta si fa ipnotizzare da Buonocchio che para la sfera,al 21' Ballarin serve di testa Porcino che mette al centro di prima intenzione per Dell'Andrea che ciabatta la palla e il portiere para,al 25' bel tiro di Briglia ma Luca si distende in tuffo,al 30' Porcino serve Bozzato che tutto solo davanti al portiere fa il coniglio è serve in fuorigioco Malagò che si sarebbe mangiato anche il gol,al 30' su un bel cross dei piedi vellutati di Margherita tra tre teste dei difensori della Miranese esce la testa di Ballarin che incorna la palla che esce di un niente,al 33' ancora Porcino spreca una grande occasione davanti solo il portiere,al 37' colpo di testa di Malagò ma la palla esce di poco,il pressing granata si fa sempre più forte e tambureggiante e dai e dai il gol vine fuori al 44' lancio millimetrico di Mrgherita per Porcino che dopo tutte le occasioni sprecate tutto solo davanti al portiere questa volta non calcia ma lo dribbla portandosi la "PELOTA" in porta.Nella ripresa la Miranese non fa nulla per pareggiare è la Clodiense mette al sicuro il risultato al 9' con un gol fortunoso di Porcino che da fuori area prende la palla di testa per metterla al centro dell'area ma questa si impenna e diventa un pallonetto imprendibile per l'esterefatto Buonocchio che si deve inchinare per la 2 volta,qui finisce la partita con altre occasioni sprecate da Zecchinato,Bellemo e Dell'Andrea.
COMMENTO DI MISTER VITADELLO E DEL PRESIDENTE IVANO BIELO
" Di più non potevamo fare, abbiamo fatto il nostro, oggi ho visto che i ragazzi hanno fatto costantemente la partita, abbiamo controllato tutto bene non concedendo nulla agli avversari. In alcuni frangenti abbiamo un po' peccato di sufficienza...nel calcio invece bisogna essere cinici. Loro hanno fatto una onestissima partita, non hanno fatto le barricate e pertanto meritano i miei complimenti. Noi abbiamo avuto molte occasioni, abbiamo sbagliato molto; " Auguro una buonissima Pasqua ai nostri tifosi, spero che gradiscano il regalo dei 9 punti di vantaggio in classifica. Da loro mi aspetto il regalo che ci vengano a vedere alla prossima partita in casa. Un saluto particolare ai " VETERANI " che ci accompagnano da tutto l' anno "riguardo al ritorno degli Ultras dice "sarebbe bello avere sempre una curva cosi,come me la ricordavo quando venivo a Chioggia da allenatore ospite,sarebbe importante ritrovare l'entusiasmo del tifo di una volta non si può rinunaciare al "12 UOMO IN CAMPO" e voglio ricordare ai tifosi che bisogna essere riconoscenti al presidente Bielo che in estate ha salvato il calcio a Chioggia.
Ivano Bielo alla domanda sul riotrno degli ex ultras ha dichiarato " gli ho sentiti non sono andato a fine partita sotto la curva perchè era giusto cosi' però ho risposto con la mano alzata al loro entusiasmo se non c è l'entusiasmo le cose non si fanno senza entusiasmo le cose non si verificano,e devo anche essere coerente con una linea tracciata quest'estate con l'amministrazione comunale,si dichiara amareggiato anche dell'assenza di una consistente parte dei tifosi circa 600 che venivano sempre nella gradinata e non ne capisce il motivo.





Gaetano Porcino



video pronto


Una bella partita, entrambi i goal segnati dal nr 9 Gaetano Porcino , c'è anche un momento particolare con gli ultras dell'ex UNION CS e il presidente Bielo...che stia sbocciando l'amore?



COMMENTO DI DRUGO DAN
Partiamo dalla descrizione minuto per minuto del "GRANATA DAY" questa manifestazione organizzata dagli ex ultras union c .s e partita dal cuore della città con una processione composta da 150 ultras fino allo stadio con canti,cori,striscioni,bandiere,felpe,maglie,sciarpe tutte innegianti l'UNION C.S la squadra che hanno ancora nel cuore,e che considerano la loro ragione di vita,seguita, osannata,in tutti i campi d'Italia amichevoli comprese dal 1984 anno della loro fondazione ed interrotta bruscamente il 5 Agosto 2011 con la scomparsa del'A.C Chioggia Sottomarina,come tutti già sappiamo.
Sono arrivati alle 16 ora di inizio partita ed hanno stazionato fuori dello stadio e le urla e i canti di gioia si sentivano fino dentro il campo, nel 2 t come da programma sono entrati dentro lo stadio,inizialmente il loro posto era in gradinata ma improvvisamente durante l'ingresso la voglia di entrare in curva era troppa e i pochi poliziotti presenti non sono riusciti a fermare la grande marea di gente che si e riversata nella curva sud,dal quel momento gli ex ultras hanno intonato cori contro il loro grande nemico "Gino Levantacci" reo secondo loro di essere l'unico presidente che ha fatto fallire dopo ben 50 anni di storia la squadra del loro cuore,hanno incitato il loro capitano Ballarin Alberto che in campo ha risposto con molti saluti,i cori erano tutti per l'Union c.s come hanno sempre chiamato la loro squadra nonostante i numerosi cambiamenti di nome,incuranti del svolgimento della partita e della segnatura del raddoppio,come sempre accadeva in passato hanno chiamato "Giacomino" che dalla tribuna e accorso in curva come faceva sempre nelle partite casalinghe,il tutto è proseguito fino al 90' ma la cosa più bella e che anche dopo la partita l'entusiasmo cresceva sempre di più,i cori si facevano sempre più forti,sotto la curva sono venuti gli ex giocatori dell'union c.s Ballarin con la mano al petto il loro capitano di mille battaglie,il portiere Luca Boscolo,poi si sono aggiunti Bellemo e Malagò,poi all'improvviso senza essere stato programmato dai cuori degli ultras si è inneggiato al presidente Bielo con cori "portaci portaci portaci in europa ivano bielo portac...." e lui come Giulio Cesare è spuntato fuori dall'ingresso del campo è andato a sistemare una cosetta con i polizziotti e poi ha risposto al saluto e gli ultras che hanno intonato "cambiagli il nome ivano bielo cambiagli il nome" infine un grosso appalauso se lo sono fatti per loro contenti e orgogliosi di aver fatto capire alla società e al mondo del pallone che senza questo tifo,senza questo entusiasmo,senza questa passione il calcio non ha senso di esistere,perchè sono le emozioni che ti trasmettono i tifosi e gli ultras ha far nascere le cose più grandi e arrivare a traguardi prestigiosi.
Anche questa mattina nel corso del popolo mentre sto scrivendo l'articolo non si parla d'altro tra i tifosi e la gente l'eco è arrivato in città anche tra quelle 600 persone che non mettono più piede allo stadio,l'analisi della manifestazione a mio parere è un braccio teso da parte degli ultras alla società che dovrebbe battere il ferro fino a quando e caldo e già da questa settimana cercare un dialogo e di accontentare quelle poche richieste che ormai tutti sanno fate dagli ultras per far riesplodere il tifo e l'entusiasmo che la gente di Chioggia ha sempre avuto nel suo DNA,gente spontanea,calorosa,passionale e coereografica,aggettivi che hanno reso famosi i TIFOSI DI CHIOGGIA nel mondo del calcio italiano,e io anche ieri in curva non sono riuscito a restare zitto ed ho alzato i miei cori e la mia passione in sostegno della nostra fede che è anche la mia e l'orgoglio di essere tifoso ciosoto.
DRUGO DAN




esultazione del pubblico al primo goal