lunedì 23 maggio 2022

UNION CS 2 - CAMPODARSEGO 0

Al termine della Partita Union CS contro il Campodarsego vinta per l’Union per due reti a zero si esprime mister Andreucci che ha affermato di aver voluto rispettare l’impegno e di proseguire il percorso iniziato. Una partita piacevole e un bel gioco da vedere.

Un gioco diverso dall’ultima partita in cui i giocatori hanno speso molto in tutti i sensi. La prossima partita sarà un derby in cui la squadra spera di portare a casa un altro play off, dopo di che si guarderà la classifica dei play off e si comincerà a ragionare sul futuro.

È stata un’ottima annata, ha confermato il mister, costruendo una solidità di squadra ex novo, lottando fino all'ultimo momento per ottenere un risultato importante.




SCUDETTO AL MILAN - FESTEGGIAMENTI A SOTTOMARINA

Vince il Milan contro il Sassuolo per 3 a 0 al Mapei Stadium e si aggiudica il campionato.

Primo posto conteso con l’Inter fino all’ultimo punto. Primo scudetto per l’allenatore.

Dopo 11 anni lo scudetto torna in casa Milan e quindi anche a Sottomarina i tanti milanisti hanno fatto sentire la propria gioia sventolando bandiere e indossando la maglietta col numero del campione preferito.

La folla che si è riunita a festeggiare ha dell’incredibile dopo due anni che, causa pandemia, i festeggiamenti, per un qualsiasi scudetto, sono stati relegati in secondo piano.




lunedì 16 maggio 2022

SERIE C SOLTANTO RIMANDATA : I RAGAZZI DELL'UNION FORMIDABILI

Idealmente a sostenere la squadra clodiense c’era tutta Chioggia, anche se allo stadio non potevano, per ovvi motivi, essere presenti tutti. Ma tutti i tifosi, sfegatati o meno, hanno cominciato a sperare, dopo il gol di Fasolo, che potesse esserci la reale possibilità che la squadra Union Clodiense Chioggia Sottomarina potesse arrivare alla tanto desiderata serie C. 

In primis il presidente, Ivano Boscolo, che avrebbe coronato il desiderio di essere il primo imprenditore chioggiotto a portare la squadra locale tanto in alto.

Una partita nervosa e agonistica già dalle prime battute che ha visto un espulso tra le file locali con l’uscita di Monticelli.

Il pareggio sul finire del secondo tempo, ha dileguato tutte le speranze accumulate in una stagione vissuta da tutti con molta serenità. Confermato Mister Andreucci anche per la prossima stagione.

Questi, nonostante il risultato al termine del match si è detto soddisfatto delle prestazioni dei ragazzi. Rammarico per la possibilità di andare nuovamente in vantaggio al termine, non realizzata, ma una grande soddisfazione per esser stati seguiti con così tanto affetto dal pubblico che non li ha mai lasciati da soli. 

“Giusto aspirare alla vittoria e già da domani si comincerà a pensare al futuro”, ha concluso il Mister “Si deve pensare alla ripartenza, sarebbe stato bello pensare di ricominciare dalla serie C.”

“Un arbitro troppo fiscale e un giovane troppo ingenuo hanno lasciato la squadra in 10 per un’ora e un quarto, ha sostenuto il mister, nonostante questo ci abbiamo creduto fino all’ultimo secondo, ora c’è una grande delusione, ma abbiamo fatto un percorso straordinario e da domani ricominceremo a lavorare. Abbiamo ancora due partite da onorare ed è nostro dovere chiudere con grande dignità.”

Bielo, presidente della società, ha lamentato la troppa fiscalità dell’arbitro, ma non si sente di rimproverare nulla alla squadra. “Abbiamo raggiunto un grande risultato e non abbiamo nulla da rimproverarci, ha affermato a fine partita,Il punteggio raggiunto in classifica non era mai stato raggiunto prima dalla squadra, complimenti ai ragazzi, ai tifosi e agli ultras”. 

Si stanno intanto facendo progetti per la sistemazione della curva sud ed è al vaglio il progetto della ristrutturazione completa del Ballarin nella speranza di intercettare i fondi del PNRR. Se anche ci fosse la possibilità di poter chiedere un ripescaggio è lo stesso Bielo che non vuole passare in serie C con questa motivazione ma vuole che la squadra ci vada dopo aver vinto il campionato.

Il sindaco Armelao ha commentato affermando che è un gran peccato per questa occasione da definirsi storica. La squadra ha giocato bene, è stata fantastica ma purtroppo gli avversari potevano contare su due risultati utili. Si riparte da qui per fare una grande stagione il prossimo anno.

Ora si deve pensare a sistemare la curva sud ma anche a fare qualcosa in più per sistemare lo stadio attuale. E ha concluso ringraziando giocatori, mister Andreucci, presidente Bielo e tutto lo staff.

Un grazie anche agli Ultras che hanno cantato e sostenuto la squadra per 90 minuti.







venerdì 13 maggio 2022

MR ANTONIO ANDREUCCI CONFERMATO ANCHE PER LA PROSSIMA STAGIONE

Mister Antonio Andreucci resterà alla guida dell'Union Clodiense Chioggia Sottomarina anche nella prossima stagione. 

Lo ha reso noto la società del presidente Ivano Boscolo Bielo con un comunicato nei suoi canali social, smentendo anche alcune voci rimbalzate su alcuni media sportivi regionali che vedevano il tecnico toscano alla guida del Legnago nella prossima stagione.

Invece Mister Andreucci resterà alla guida dei granata anche nella prossima stagione indipendentemente dalla categoria: che sia Serie C, vincendo domenica contro l'Arzignano, sia Serie D, in caso di mancata vittoria nella sfida promozione. 

Insomma un'iniezione ulteriore di fiducia in vista della partita del secolo di sabato contro l'Arzignano, che va a caricare ulteriormente l'entusiasmo dell'ambiente che non vede l'ora di affrontare una sfida che resterà nella storia.



domenica 8 maggio 2022

UN PAREGGIO DELUDENTE, MA CI SI GIOCHERÀ TUTTO ALL'ULTIMA.

Un'Union Clodiense contratta, tesa ed estremamente in difficoltà non va oltre il pareggio contro il fanalino di coda San Martino Speme, ma la vittoria del Campodarsego sull'Arzignano significa che domenica prossima al Ballarin i granata se la giocheranno per la vittoria del campionato e promozione proprio contro i vicentini. 

La cronaca della partita: partono fortissimo i granata con Duse che colpisce un palo a portiere battuto dopo 3 minuti, ma poco a poco i granata si innervosiscono, aumenta la tensione e il San Martino, nonostante la classifica, fa la sua partita. 

Anzi, la compagine veronese si fa preferire, con i granata che devono leccarsi le ferite per il problema muscolare di Finazzi, costretto al cambio dopo pochi minuti per far posto a Kaptina, e Passdaror, che subisce un duro colpo alla testa da Balde ed è costretto al cambio alla mezz'ora.
Mboup nel finale ha una grande chance ma è ottimo il portiere del San Martino a mettere in corner, mentre nel finale rimangono in dieci i veronesi per il doppio giallo a Marini.

Nel secondo tempo la doccia fredda per i granata: calcio d'angolo e svetta Dalla Bernardina per il goal dell'1-0.  I granata sbandano ma poi la riaprono con i cambi: Kaptina va via per vie centrali, calcia dal limite e sulla respinta è Akileu Ndreca a riaprire i giochi.

Union che spinge ma che è sfortunata con Ndreca che colpisce un palo. Il San Martino in contropiede è pericoloso ma Petre è attento, dopo cinque di recupero finisce 1-1: tutto rimandato al Ballarin domenica. 

Servirà un'altra squadra e prestazione, ma sicuramente la posta in palio sarà quella di un'occasione storica.



sabato 7 maggio 2022

UNION A SAN MARTINO: IMPERATIVO VINCERE.

Entusiasmo alle stelle ma massima attenzione. L'Union Clodiense affronta domani in trasferta alle ore 16.00 il San Martino Speme nella penultima giornata di campionato, in quella che comunque sarà l'ultima partita in trasferta della stagione.

La classica partita che bisogna affrontare di petto, senza permettersi di pensare a quello che sarà o che potrebbe essere, senza farsi influenzare da classifica o fattori esterni.

Vero, il San Martino Speme è già matematicamente retrocesso, ma nelle ultime giornate ha raccolto diversi punti importanti, tra cui il rocambolesco 3-3 contro l'Arzignano un paio di settimane fa. 

Insomma un avve
rsario che sicuramente cercherà di salutare il campionato davanti al proprio pubblico onorando al massimo la sfida e che certamente non regalerà niente ai granata di mister Andreucci.

Inutile però nascondere l'entusiasmo dietro alla squadra: la vittoria sul Cattolica con la sconfitta contro l'Arzignano hanno di fatto riaperto il campionato, in città l'entusiasmo è palpabile e la squadra dovrà avere la forza anche mentale di non farsi travolgere da facili entusiasmi.

Dal punto di vista tecnico tornano a disposizione pienamente Marcolin ed Issa con Boscolo Bisto che torna dalla squalifica.

Insomma massima concentrazione e  voglia per ottenere un risultato storico e allora si, pensare a quello che tanti tifosi hanno in mente ma che, anche per scaramanzia, evitiamo di dire...



domenica 1 maggio 2022

ESAME CATTOLICA PER I GRANATA: VINCERE PER SPERARE ANCORA.

Sfida casalinga allo stadio Aldo e Dino Ballarin per l'Union Clodiense che affronta in casa il Cattolica alle ore 15.00 allo stadio Ballarin.

Grandissima attesa in città per una partita che può essere decisiva per entrambe le squadre che lottano per obiettivi completamente diversi: promozione per i granata, salvezza per i romagnoli.

Union Clodiense che riparte dall'ottimo secondo tempo nella partita contro la Luparense: una reazione tutto cuore che è stata premiata dal pareggio di Marco Cuomo e da un finale rocambolesco e controverso, dove manca un rigore solare su Mboup e dove anche la società ha espresso il suo malcontento per episodi che possono essere decisivi in un finale così teso di campionato.

Per fortuna degli uomini di mister Andreucci l'Arzignano ha letteralmente fallito il match point promozione facendosi rimontare all'ultimo minuto dall'Adriese: mancano sempre cinque punti da recuperare, con i granata chiamati a recuperarne due nelle prossime due gare prima della sfida finale di campionato al Ballarin proprio contro la formazione Vincentina, oggi impegnata contro un Este alla ricerca di punti salvezza.

Non esiste nessun risultato che non sia vittoria: lo sa bene mister Andreucci che chiama a raccolta i tifosi. Vincere per alimentare il sogno e mettere pressione sulla rivale per il titolo. Ma contro il Cattolica non sarà semplice: all'andata finì 1-0 per i granata con goal di Romano, ma fu una sfida combattuta e non semplice.

Romagnoli che scendono alla ricerca disperata di punti salvezza, ma che potranno fare affidamento su un buon contingente di tifosi (con il quale esiste un ottimo rapporto con la tifoseria organizzata chioggiotta) e su un gruppo esperto e collaudato, con giocatori di categoria, su tutti la punta Padulano.

Mister Antonio Andreucci sorride però per il ritorno in campo di Antonio Calabrese, che torna dopo tre giornate di squalifica, mentre Issa è tornato ad allenarsi e Marcolin pienamente recuperato.

Qualche dubbio su Cuomo, acciaccato, mentre mancherà Bisto squalificato. 
Calcio d'inizio alle 15, ricordiamo che con le nuove disposizioni non serve più Green Pass e Mascherina per entrare in campo.



giovedì 28 aprile 2022

UN PUNTO A S.MARTINO: MA LE SPERANZE SONO INTATTE

Finisce 1-1 tra Luparense e Union Clodiense nel turno infrasettimanale di campionato giocato allo stadio Gianni Casee di San Martino di Lupari. 

Una partita decisamente dai due volti: molto meglio la Luparense nel primo tempo, nel secondo sale in cattedra la formazione granata che nel finale ha anche diverse chance per vincerla. 

Primo tempo decisamente di marca Luparense: al minuto 18 la svolta del match, con Rubbo che scappa via a Mboup che lo contrasta in area, rigore dubbio che Rivi però si fa parare da una vera prodezza di Passador.

A poco prima della mezzora il vantaggio comunque meritato dei Lupi: corner in area, mischia e Rubbo la spunta per il goal del vantaggio.

Un primo tempo molle con una squadra parsa stanca, con gli attaccanti che ricevono pochi palloni e le azioni principalmente sui piedi di Casarotto che però ha la mira poco precisa. Proprio l'ex Mestre lascia il campo per un Marcolin ormai pienamente recuperato da un infortunio.

l'Union sale di livello nella ripresa ma è ancora Passador attento su un tiro dal limite della Luparense che però al minuto 64 capitola: rimessa lunga all'inglese di Serena, Plechero esce male e dalla mischia spunta Cuomo per il goal del pareggio.

Union che prende coraggio e si riversa in avanti, i colpi di testa di Buongiorno e Mboup escono di poco ma è un tiro di Fasolo dal limite che impegna in corner Plechero a dare l'illusione del goal. 

Nel finale però episodio clamoroso: manca infatti un rigore Clamoroso proprio all'ultimo secondo per una vistosa trattenuta subita da Mboup.

Per l'arbitro invece non c'è fallo tra le veementi polemiche specie della dirigenza granata.

Finisce dunque 1-1 ma il clamoroso pareggio dell'Adriese nei minuti finali contro l'Arzignano mantiene viva la speranza: mancano solo tre partite e sono cinque i punti da recuperare, ma lo scontro diretto al Ballarin all'ultima giornata impone di sperare fino all'ultimo secondo.

Le immagini del calcio di rigore non assegnato all'Union Clodiense nella sfida terminata 1-1 contro la Luparense ieri: le immagini parlano da se. 

Praticamente all'ultima occasione della partita, il difensore della Luparense letteralmente aggancia e mette a terra, quasi togliendo la maglietta, il nostro calciatore Mboup (come da screen), l'arbitro però in buonissima posizione decide di non assegnare il rigore e anzi di fischiare la fine del match.

In un campionato come questo equilibrato, avvincente e combattuto, questi tipi di episodi così lampanti possono essere determinanti per l'esito del campionato stesso.

La nostra società, ampiamente ancora in corsa per il raggiungimento di un obiettivo storico ed ambizioso, e che mai nelle ultime stagioni si è lamentata di fronte ad episodi altrettanto lampanti, auspica maggiore attenzione nella valutazione di certi episodi, da giudicare con la giusta serenità e attenzione senza farsi influenzare dal risultato o dal minutaggio della partita.






mercoledì 27 aprile 2022

UNION A SAN MARTINO DI LUPARI: SFIDA STELLARE PER MANTENERE VIVO IL SOGNO

Giornata probabilmente decisiva per le sorti del campionato.

Dopo la decisione del pareggio interno contro il Levico Terme l'Union Clodiense Chioggia Sottomarina affronta alle ore 15.00 la Luparense quarta in classifica, formazione che può contare su ottimi giocatori e autore di un campionato forse leggermente sotto le attese, nonostante una zona playoff ampiamente in cassaforte da tempo.

Si riparte da un sabato rocambolesco, dove alla fine il nulla di fatto in termini di classifica ha mantenuto aperti i giochi: ci si aspettavano due vittorie da parte di Union e Arzignano, sono arrivati due pareggi.

Ma se lo 0-0 dei lagunari urla vendetta per le tante palle goal sciupate, ancora più clamoroso è stato il 3-3 dei vicentini, avanti 0-3 al 60' contro il San Martino ultimo e quasi già retrocesso.

Andando alla partita di oggi, mister Andreucci recupera Giulio Fasolo, la cui assenza per squalifica sabato si è fatta parecchio sentire.

Torna a disposizione anche il portiere Passador che sabato è stato messo in panchina per precauzione per un dolore muscolare, sicuramente atteso maggior minutaggio per Marcolin, tornato dopo un mese di infortunio e che contro il Levico ha subito mostrato le sue qualità nello spezzone di partita in cui ha giocato.

La Luparense di mister Zanini invece sta affrontando un duello per il terzo posto l'Adriese che oggi va in trasferta proprio ad Arzignano; la sconfitta nel derby di sabato contro il Campodarsego ha bloccato una serie di risultati positivi, ma i Lupi specie in casa sono una formazione molto temibile.

Giocatori come Rubbo, Boscolo Papo che a Chioggia conosciamo benissimo, ma soprattutto davanti l'ex Rivi e il bomber Cardellino sono giocatori che fanno la differenza in categoria.

Ci si aspetta una partita aperta, forse diversa rispetto all'andata quando un lungo assedio dei granata venne risolto da una gemma nei minuti di recupero di Christian Duse. Ad entrambe le squadre interessa solo la vittoria, ai granata ancora di più per mettere la famosa pressione su un Arzignano che nelle ultime giornate complice anche qualche infortunio pare stia rallentando. 

Insomma una partita molto difficile da non sbagliare, aperta a qualsiasi risultato, ma da vincere se si vuole mantenere in vita il sogno promozione.



mercoledì 20 aprile 2022

CINQUE PARTITE PER SOGNARE E SPERARE: MA NON È TUTTO NELLE MANI DEI GRANATA...

Cinque partite per provare a scrivere la storia e raggiungere quel traguardo che manca in città dal 1977. Non sarà affatto facile, ma l'ambiente granata crede alla rimonta e a scrivere una pagina memorabile della sua storia.

Certo, non dipende tutto dalla formazione di mister Antonio Andreucci: sono infatti cinque i punti di distacco dall'Arzignano capolista quando mancano solamente cinque giornate alla fine. 

Ma il calendario offre una data già cerchiata in rosso da parte di tutti gli appassionati: proprio l'ultima giornata, domenica 15 maggio, infatti al Ballarin arriverà l'Arzignano capolista, in una partita che potrebbe essere una vera e propria finale per assegnare titolo e promozione in Serie C.

L'obiettivo è dunque quello di recuperare almeno due punti alla formazione vicentina nelle prossime quattro gare: imperativo vincerle tutte per mettere pressione massima sul team gialloceleste, che però fino a questo momento ha gestito un vantaggio accumulato sostanzialmente nelle prime sei giornate di campionato con grande sicurezza.

Il prossimo turno propone, sabato 23 aprile, la sfida casalinga tra Union Clodiense e Levico Terme, formazione trentina sorpresa del campionato che all'andata vinse 4-2 contro i granata e che giovedì scorso ha fermato 1-1 proprio la capolista Arzignano.

Formazione ostica che però ha costruito il proprio cammino principalmente tra le mura amiche.

Arzignano sulla carta impegnato in una sfida più agevole, anche se in trasferta, contro il San Martino Speme ultimo e già con un piede e mezzo in Eccellenza: ma come abbiamo già visto contro lo Spinea, nulla è scontato in questo campionato.

Il crocevia del torneo è però mercoledì 28: l'Union Clodiense affronta in trasferta la Luparense terza forza del campionato, mentre l'Arzignano riceve la visita dell'Adriese quarta in classifica. Due sfide molto complicate contro squadre che cercano punti playoff, insomma snodo forse decisivo.

1 maggio di festa ma in cui si scende in campo: sfide contro squadre ancora immischiate in zona retrocessione con i granata che ricevono un Cattolica che cerca una miracolosa salvezza e l'Arzignano impegnato ad Este, formazione che all'andata riuscì a strappare un punto al Dal Molin.

Penultima giornata che vedrà l'Union Clodiense giocare alle porte di Verona contro un San Martino Speme ormai appeso ad un filo, mentre l'Arzignano riceve un Campodarsego che attualmente è in piena corsa per agguantare un posto playoff.

Quindi lo scontro diretto del 15 maggio con la speranza possa essere una vera e propria finale e non una passerella per la formazione di mister Bianchini...



giovedì 14 aprile 2022

ESTASI GRANATA ALLO SCADERE: L'UNION ESPUGNA IL BARACCA DI MESTRE

All'ultimo secondo l'Union Clodiense Chioggia Sottomarina regala ai propri tifosi accorsi in gran numero a Mestre una gioia immensa espugnando lo stadio Baracca nel super derby del turno prepasquale di questo giovedì.

A risolvere la partita una vera e propria zampata di Daniele Buongiorno, che all'ultimo dei sei minuti di recupero è perfetto ricevere palla al centro dell'area dopo il cross di Akileu Ndreca, bravo ad avventarsi sulla respinta non perfetta di Ronco dopo l'ottimo cross di Tinazzi. 

Una gioia incontenibile per il bomber ex Pro Sesto che assieme a tutti i compagni esulta sotto il settore dietro la porta occupato dai supporters granata, per la vittoria nel derby che significa anche rilancio di ambizioni in classifica, perché l'Arzignano non va oltre l'1-1 a Levico e allora i punti di distacco diventano 5 con cinque gare da giocare.

Una partita in cui il Mestre ha avuto anche più chance, soprattutto nel primo tempo con Segalina che ha colpito un palo e nella ripresa con Fabris che sotto misura ha messo alto su una rimessa lunga con un'uscita non perfetta di Passador.

I Granata tutto sommato hanno controllato bene e gestito le folate avversarie, anche se davanti le occasioni non sono state numerose, da notare nel finale di partita il salvataggio sulla riga sul colpo di testa di Buongiorno.

Una vittoria di cuore, carattere che rilancia le ambizioni ma soprattutto il morale di un gruppo, che ha dimostrato di essere più vivo che mai e forte nelle difficoltà avute negli ultimi giorni.



OGGI UNION CLODIENSE A MESTRE

Arriva subito l'occasione del pronto riscatto per l'Union Clodiense dopo la dolorosa sconfitta di domenica contro lo Spinea, i granata allo stadio Baracca di Mestre affrontano la formazione locale nel più classico dei derby.

Calcio d'inizio alle ore 15.00 con biglietterie dello stadio aperte.
Non sarà però una partita facile per gli uomini di mister Antonio Andreucci, che arrivano alla sfida leccandosi le ferite dopo una sconfitta tanto inaspettata quanto dolorosa contro la penultima in classifica.

Tra infortuni e influenze infatti la squadra ha giocato in condizioni tutt'altro che ideali la sfida contro gli Spinetensi, con diversi giocatori in campo in condizioni praticamente inadeguate e con ben cinque giocatori nemmeno convocati.

La situazione pare migliorata, ma vanno segnalate le assenze comunque di Issa e Marcolin a cui si aggiungono i dubbi sui recuperi di Ndreca e Kaptina, i più debilitati dopo questi problemi influenzali che hanno colpito lo spogliatoio granata.

A tutti loro si aggiunge anche la tegola della squalifica di Antonio Calabrese, che ha subito tre giornate di squalifica a seguito della rissa a fine partita contro lo Spinea.

Insomma specialmente nel reparto offensivo saranno parecchi i problemi per Mister Andreucci che prova comunque a guardare con ottimismo, visto anche qualche recupero, in primis quello dell'ex Casarotto, che ha giocato diverse stagioni a Mestre.

Sarà una sfida molto attesa dalle due tifoserie: nonostante la classifica ormai dica sette punti da recuperare sull'Arzignano resta alto l'entusiasmo e sono attese decine di tifosi da Chioggia nonostante lo scomodo infrasettimanale di giovedì: un derby del genere avrebbe meritato una collocazione temporanea diversa.

Una sfida che per altro manca al Baracca con il pubblico dal Novembre 2019, vinse 2-0 il Mestre, mentre lo scorso anno la doppietta di Ferretti, agli ultimi goal in granata, fu decisiva per la vittoria Union CS, che all'andata si impose per 2-0.



domenica 10 aprile 2022

ENGY VINCITRICE SUL CAMPO DI REGATA DEL PRIMAVERILE METEOR


Oggi si è disputato il “Primaverile Meteor”, prima tappa del Trofeo Darsena Le Saline organizzato da Il Portodimare con la collaborazione dello Yacht Club Padova. 

Alla giornata hanno preso parte una decina di monotipi e l’evento era valido anche per il campionato zonale di classe della XII Zona FIV e per la Ranking Assometeor Nazionale in combinata con la MetaMeteor del 30 Aprile 2022.

Nonostante le previsioni il tempo è stato clemente ed ha permesso che si potessero svolgere le tre prove.

Sul campo di regata la vittoria è andata all’equipaggio di Engy, in gara sotto il guidone del Circolo Nautico Chioggia. Il team di Stefano Pistore con Silvio Sambo e Nicolò Cavallarin si è dimostrato in ottima forma, mettendo a segno tre primi posti.

A completare il podio Asiatyco di Corrado Perini, presidente del circolo nautico di Chioggia.

Durante la premiazione è stato assegnato anche un riconoscimento all’equipaggio di Antares dello Treviso Sailing Club quale team proveniente da più lontano.

Inoltre il presidente de Il Portodimare Giuseppe Modugno si è detto particolarmente soddisfatto per la riuscita dell’evento e per la partecipazione avuta dalla flotta Meteor.


mercoledì 30 marzo 2022

TURNO INFRASETTIMANALE ALLO STADIO BALLARIN PER L'UNION CLODIENSE CHE RICEVA LA VISITA DEL CJARLINS MUZANE NELLA 26ª GIORNATA DI CAMPIONATO.

Partita che si prospetta tutt'altro che semplice per gli uomini di mister Andreucci, reduci da un sofferto pareggio sul campo della Dolomiti Bellunesi.

Il Cjalrins Muzane infatti è già stato affrontato in campionato, con una vittoria ai rigori in Coppa Italia dopo un 2-2 e il pirotecnico 3-3 con beffa nei minuti di recupero per i granata.

Una partita fondamentale anche in classifica, con l'Union che punta a mantenere il ritmo dell'Arzignano Valchiampo, che ha pareggiato proprio contro i Friulani nell'ultimo turno di campionato.

I vicentini affronteranno i terzi della classe della Luparense, mentre il Cjarlins, società ambiziosa del vulcanico presidente Zanutta, punta almeno ai playoff.

Oltre al recupero per le partite ravvicinate, c'è preoccupazione per le condizioni di Marcolin e Finazzi, usciti malconci dalla partita di Belluno: entrambi sono convocati ma verranno valutati all'ultimo.

Partita che insomma di prospetta insidiosa contro una squadra che può contare sul capocannoniere del torneo Rocco, ma anche giocatori come Tobanelli e D'Apollonia, autentici totem per la categoria.

Calcio d'inizio alle ore 15.00 allo stadio Ballarin, con le biglietterie regolarmente aperte.



sabato 26 marzo 2022

UNION CLODIENSE GIOCA CON IL DOLOMITI BELLUNESE A BELLUNO

Dopo la sosta di campionato torna in campo l'Union Clodiense che gioca in anticipo a Belluno contro la Dolomiti Bellunesi. Calcio d'inizio alle ore 15.00, orario che diventerà prassi dalle prossime partite con il cambio dell'ora.

Partita che si prospetta ostica e potenzialmente pericolosa per gli uomini di mister Andreucci, contro una formazione ambiziosa che punta ad un piazzamento playoff.

La Dolomiti Bellunesi, società fondata la scorsa estate con la fusione delle tre realtà storiche della provincia dolomitica, Belluno, Feltre e Sedico, sta nello un campionato a ridosso della zona play-off, obiettivo dichiarato per la compagine che può contare su giocatori di grande esperienza per la categoria, su tutti il bomber Simone Corbanese, ma anche giocatori come Raimondi, Onescu, l'ex Posocco e i giovani si prospettiva Episcopo e De Leo.

All'andata fu un colpo di testa di Assane Mboup a risolvere la partita, combattuta ed equilibrata per larghi tratti. Granata che vengono da tre vittorie consecutive senza subire Gol, con la sosta arrivata nel momento di massimo sforzo nell'inseguimento all'Arzignano capolista, distante 4 punti impegnata quest'oggi in una partita ugualmente ostica sul campo del Cjarlins Muzane, che mercoledì sarà ospite al Ballarin.

Una sosta utile per recuperare energie e ricaricare le batterie in vista del gran finale, ma anche sarà necessario entrare subito con lo spirito e gamba giuste, visto la sfida di oggi che si prospetta impegnativa. Unico assente Luca Tinazzi, infortunato, oltre al portiere Petre, impegnato con la nazionale rumena Under 20.




domenica 6 marzo 2022

LO SCI ALPINO CHIOGGIOTTO STA VIVENDO UN OTTIMO MOMENTO


Alle finali del Criterium Nazionale, oltre a Ludovica Boscolo di cui abbiamo parlato nei giorni scorsi, parteciperà anche Ekaterina Naccari, nella categoria under 12 - cucciole 2.

Per Ekaterina si tratta della seconda partecipazione alla manifestazione sportiva.

Quest'anno Ekaterina parteciperà anche a un'altra competizione, la finale nazionale del Gran Premio Giovanissimi. Alla stessa competizione gareggerà un’altra promessa chioggiotta nello sci. Si tratta di Asia Perini, la quale ci dicono stia avendo ottimi risultati nella categoria Allievi under 16

Ekaterina scia con lo Zoldo Ski Team e gareggia nella circoscrizione di Belluno Bassa.

Sembra che lo sci alpino chioggiotto stia vivendo un momento molto felice con più atlete a competere 


domenica 27 febbraio 2022

UNION CLODIENSE VS CARTIGLIANO OGGI POMERIGGIO 14.30 - CHIOGGIA STADIO: ALDO E DINO BALLARIN

Partita molto importante per l'Union Clodiense che riceve al Ballarin la visita del Cartigliano, squadra storicamente molto ostica che attualmente vive un tranquillo campionato di centro classifica ma che spesso ha dato filo da torcere anche a squadre sulla carta superiori. 
Gli uomini di mister Antonio Andreucci vengono dal controverso pareggio 1-1 sul campo del Campodarsego, un risultato accettato a denti stretti dall'ambiente granata pronto a ripartire di fronte alle mura amiche al Ballarin contro un Cartigliano che nell'ultima sfida ha si perso 0-3 contro la capolista Arzignano, tornata a +4 sui granata, ma mettendo in seria difficoltà l'avversario per quasi tutta la sfida.
Mister Andreucci potrà contare su due ritorni importanti come quello di Arnaldo Kaptina, squalificato la scorsa settimana, e quello di Nicola Boscolo Bisto, che dopo oltre un mese di stop torna nella lista dei convocati.
Calcio d'inizio ritardato di cinque minuti: si parte alle 14.35 per solidarietà al popolo ucraino vittima della guerra, iniziativa condivisa con ogni partita di calcio ad ogni categoria a livello nazionale. Biglietterie dello stadio Ballarin regolarmente aperto, ricordiamo l'obbligo di Super Green Pass e la mascherina FFP2.



lunedì 7 febbraio 2022

GOLEADA DELL’UNION 5 A 1 CON L’ESTE

Avvincente partita quella che si è tenuta ieri, domenica 6 febbraio allo stadio Ballarin di Chioggia, che ha visto l’Union Clodiense CS vittoriosa contro l’AC Este per 5 reti a una. 
Il primo gol è stato per la squadra avversaria che è passata subito in vantaggio ma Buongiorno ha rimediato alla mezz’ora di gioco portando la squadra al pareggio. Due espulsioni nella squadra ospite che resta in 9 a terminare il match ,e due rigori, ieri per l’Union, uno tirato dal dischetto da Calabrese e parato dal portiere estense e uno tirato da Buongiorno e andato a segno.
Le altre reti, nel secondo tempo, da Issa, De Angeli e Fasolo.
Ieri una grande squadra in una giornata di campionato che ha visto segnare molte reti anche in altri incontri. 
Mister Andreucci conferma che non è stata una partita facile ma una partita cominciata con un grande ritmo, molto accesa . 
L’azione che ha messo la squadra in svantaggio ha colto la formazione di sorpresa, ma poi l’Union ha continuato a insistere, conferma il Mister. Quando gli avversari sono rimasti in dieci la dinamica della partita è logicamente cambiata. La squadra clodiense aveva preparato la partita con due punte e così la partita è stata giocata. 
Protagonista della partita Daniele Buongiorno, il quale ha segnato due reti, di cui un rigore, ha fatto un assist e preso un palo, che dimostra capacità ma che ha ancora potenzialità di crescita. 
Una buona gara è stata giocata anche da Issa, autore di uno di gol. 
Ora si guarda alla prossima partita e non alla classifica afferma miister Andreucci.
Si deve rimanere concentrati su se stessi e non girare lo sguardo sulle altre squadre che si contendono i punti in classifica.
Daniele Buongiorno, protagonista in molte azioni clou della partita di ieri, ha confidato che sperava di fare una buona partita, e così è stato. Si è detto contento di aver esordito con questo risultato in questo stadio. L’avversario inizialmente ha spaventato, e anche il giocatore ha affermato che non si è trattato di una partita semplice, ma l’Union è stata brava a riprendersi subito dopo il gol e non abbattersi.
La formazione ha visto gareggiare due punte, e con Buongiorno e Issa l'avversario ha usato la tecnica uomo contro uomo.
Buongiorno, si trova bene nella nuova squadra e nella città che lo ospita. Questa e i compagni, che formano un gruppo molto unito, lo hanno accolto  molto bene. La stessa società dimostra di essere seria. La tifoseria per questa categoria è devastante. Ora si passa a studiare il prossimo avversario, il Montebelluna.



 

sabato 29 gennaio 2022

L'USD ADRIESE 1906 TORNA IN CAMPO DOPO PIÙ DI UN MESE DI PAUSA ED È SUBITO DERBY

Ci eravamo lasciati al pareggio contro l'Este per 1 - 1 in trasferta con il gol di Farinazzo ed ora, dopo più di un mese, la formazione granata è pronto a scendere in campo con l'Union Clodiense, in casa sabato 29 gennaio alle ore 14.30. Una sfida importante per i ragazzi di mister Roberto Vecchiato, che hanno voglia di dimostrare ancora una volta il loro valore. Dall'altra parte troveranno una compagine granata con il dente avvelenato vista l'ultima sconfitta subita in casa del Levico Terme. "Era ora di tornare in campo - spiega il mister Roberto Vecchiato - in quanto ci alleniamo da quaranta giorni; sappiamo di giocare contro una formazione importante e di valore. Anche se hanno perso l'ultima partita, la prima del campionato, dobbiamo pensare a noi e alla nostra forza e a quello che possiamo fare, sperando di metterli in difficoltà". Aggiungendo: "Un avversario vale l'altro perchè dobbiamo cercare di fare punti e ricominciare a prendere il giusto ritmo. La squadra sta bene, anche se abbiamo avuto qualche problema come tutti, ma è normale; per domenica avrò tutti a disposizione". 
Successivamente è il direttore tecnico Alberto Cavagnis che commenta: "Penso che a prescindere dall'avversario vogliamo tornare in campo e riassaporare la voglia di giocare e di ogni momento del weekend calcistico. Noi ci siamo allenati sempre bene ed è un vero piacere vedere i ragazzi allenarsi; Avremo un trittico di partite importanti e belle con Delta Porto Tolle e poi Cjarlins Muzane; penseremo comunque partita dopo partita". 


 


mercoledì 19 gennaio 2022

L'UNION PERDE 4 A 2 CON IL LAVIS

Partita persa per 4 reti a 2 quella giocata dall’Union Clodiense Chioggia Sottomarina allo stadio Mario Lona di Lavis contro il Levico Terme, al termine del recupero della neve, giocata oggi per rifarsi del rinvio dello scorso 8 dicembre a causa dell’abbondante nevicata. 

Dopo un primo tempo combattuto ed equilibrato conclusosi a reti inviolate con una bella parata effettuata dal nostro portiere Passador, nella ripresa il loro numero 9, un ottimo giocatore, in una bella azione giocata in contropiede ha segnato la prima rete; il secondo gol è arrivato poi su rigore.

L’Union ha poi contrattaccato con Di Maria che ha segnato il gol del 2 a 1 e a seguire il pareggio, grazie a un bel tiro da fuori di Duse. Ma dopo poco il gol del vantaggio per il Levico Terme segnato da Vinciguerra e, infine, la quarta rete che ha concluso il match.

Dopo il pareggio si pensava che la partita potesse concludersi in parità invece gli avversari hanno dimostrato una superiorità di gioco e un miglior lavoro di gambe.

La squadra comincia l’anno perdendo l’imbattibilità ma deve tirare fuori gli attributi per la prossima partita, domenica 23 ad Arzignano, contro la prima in classifica.

 

lunedì 10 gennaio 2022

OGGI ALDO BALLARIN COMPIE 100 ANNI

Giocatore del Grande Torino, morì assieme ai suoi compagni di squadra e al fratello Dino, a causa di un incidente aereo avvenuto il 4 maggio 1949 sul Colle di Superga - Torino.

É l’unico chioggiotto a vestire la maglia della nazionale italiana per ben 9 volte. Con il Grande Torino, la squadra più forte di tutti i tempi, fece 148 presenze e 4 reti e certamente non si sarebbe stancato a conquistar scudetti da aggiungere ai 4 già vinti in maglia granata.

Nel 1945 con un ingaggio record passa al Torino per la stratosferica cifra di 1.5 milioni di lire, più di quanto spese il presidente Novo per l’accoppiata Mazzola e Loik.

Terzino destro roccioso e di grande temperamento, dotato di uno scatto di prim’ordine, ottimo colpitore di testa, Aldo era un incontrista nato, abilissimo nel tackle.  L’intesa con Maroso era formidabile, unendo forza e stile, decisione ed eleganza.  Memorabile il suo primo gol col Torino, il 27 gennaio 1946 in trasferta contro il Genoa: tiro di destro all’incrocio dei pali dopo una mischia in area.

Fu definito uno dei terzini più forti al mondo, era forte e vigoroso ed era nato con il calcio nel sangue. In campo si trasformava completamente, si imbufaliva perché “sentiva” la partita, ma era straordinariamente buono e generoso.

A lui e al fratello Dino è dedicata una sala espositiva all’interno del Museo Civico di Chioggia, con tante foto e cimeli di famiglia. Anche lo stadio della città di Chioggia è a loro dedicato, oltre a una piazzetta, una lapide ai Salesiani, varie vie e 4 campi sportivi in tutta Italia.  

Per info www.museoballarinchioggia.it.